martedì 21 febbraio 2012

Alternativa a Word della Microsoft

Qual'è la Miglior Alternativa al Word della Microsoft, per leggere questo formato o aprire altri tipi di documenti?

Ecco una lista dei miglior programmi free per Office, trovati in Rete.

Un'alternativa open-source alla suite Office della Microsoft, a parte OpenOffice, è:


- LibreOffice
http://www.libreoffice.org/
http://it.wikipedia.org/wiki/LibreOffice
e
SoftMaker FreeOffice
http://www.freeoffice.com/
http://www.guidami.info/2012/10/softmaker-freeoffice-suite-in-italiano.html


Alternativa a Word, per leggere i documenti.

Se v'interessa solo aprire documenti word, ed installare quindi un programma più leggero, potete ricorrere semplicemente a:

AbiWord
http://www.abisource.com/download/
http://tuttoilweb.myblog.it/archive/2009/06/17/abiword-alternativa-gratuita-a-microsoft-word.html

e, anche

Jarte
http://www.jarte.com/download.html
http://www.mambro.it/jarte-ottima-alternativa-gratis-a-word/

oppure, ancora:
PolyEdit Word Processor
http://www.polyedit.com/downloads.html

infine,

anche il buon vecchio Works
http://www.vetusware.com/



Al momento, che io sappia, non ne esistono altri, a parte quelli direttamente on-line di cui vi riporto di seguito un valido articolo.

http://www.3sulblog.com/2008/05/15/10-alternative-di-ms-word-direttamente-sul-web/


link
http://www.softonic.it/s/alternativa-a-word
Su wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Programmi_di_scrittura
http://en.wikipedia.org/wiki/Category:Open_source_office_suites
Altri, a pagamento:
http://en.wikipedia.org/wiki/Category:Office_suites
google:
http://www.google.it/#hl=it&gs_nf=1&cp=16&gs_id=29&xhr=t&q=alternativa+a+word&pf=p&sclient=psy-ab&source=hp&pbx=1&oq=alternativa+a+wo&aq=0&aqi=g4&aql=&gs_sm=&gs_upl=&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.,cf.osb&fp=87d142836ce2d024&biw=1366&bih=589
Alcuni Codici per avviare Word in modo perfetto
http://www.geekissimo.com/2007/12/21/microsoft-word-ecco-i-codici-per-avviarlo-in-diversi-modi/
Convertire Pdf to Word gratis
http://guidami.blogspot.com/2009/10/convertire-pdf-in-documenti-word-con.html


Post Relazionati:
Alternativa ad Adobe, per leggere i Pdf
http://betullablu.blogspot.com/2009/08/alternativa-ad-adobe-per-pdf.html


betullablu


- - -
Stampa in PDF
.


venerdì 17 febbraio 2012

i Maestri Del Tempo - Jean-Pierre Bourtayre.

Colonna sonora del film cartone francese: "i Maestri del Tempo"

Vi propongo qui di seguito, il pezzo finale di uno dei film più affascinanti e meravigliosi che abbia mai visto; sia sotto un profilo "artistico", che "di messaggio" che si vuole trasmettere alla gente.

video

Uploaded by on Feb 17, 2012

Category:

Film & Animation

Tags:

License:

Standard YouTube License


Cover

by Qenene.

Versione della musica finale de "Los Amos del Tiempo" ("Les Maîtres du temps"), ad un tempo leggermente più veloce rispetto a quello originale.

video

- - -
Stampa in PDF
.


mercoledì 15 febbraio 2012

Dimensioni minime, dimensioni massime Memoria Virtuale?

Dimensioni minime, dimensioni massime, Memoria Virtuale?

Quali sono le dimensioni minime e massime giuste della memoria virtuale, da impostare, per ottenere le prestazioni migliori, dal proprio Windows XP? o Vista?

Ossia: le dimensioni ottimali del file di paging? .


Vi propongo qui di seguito, due articoli molto discordanti fra di loro, su quest'argomento.

Vi rimando al fondo dello stesso per altri link, e pareri differenti da quello descritto da questi due autori, in particolare. -- betullablu

- - -

Dimensione ideale paging file (anche detta memoria virtuale)


La scorsa notte ho impiegato una buona mezz'ora a convincere un amico del fatto che la dimensione di un paging file, su un computer con molta RAM, deve essere minima.


So che ci sono milioni di documenti che sostengono il contrario, ma... la verità è scritta su Windows Internals (che è arrivato alla quarta versione, ma la stessa cosa c'era sulla prima versione molti anni fa, quando ancora il libro era scritto completamente da David Solomon). Per convincere il mio amico, la mia parola e degli esperimenti perfettamente riproducibili, non bastavano; quindi, ecco qua il riferimento buono per tutti: pagine 445, 446 e 447 di Windows Internals 4th Edition.


Riassumo i punti salienti:

  1. La memoria virtuale disponibile in un sistema è data (sommariamente) da RAM fisica + Paging file
  2. Con un sistema che ha molta RAM (oggi vuol dire 2Gb o più) si può ragionevolmente lavorare senza paging file
  3. Per sapere di quanto paging file si ha bisogno, c'è questo metodo empirico: si usa la macchina per un po' (magari facendo tutte le operazioni più pesanti e aprendo tutti i programmi che uno potrebbe ragionevolmente aprire in maniera cocncorrente) e si vede dove arriva il "Commit Charge Peak" di Task Manager; tutto quello che avanza tra questo numero e il "Commit Charge Limit" è spazio di paging file che non è mai stato usato, qualora tale numero sia addirittura inferiore alla RAM fisica del sistema, il paging file non è mai stato necessario fino a quel momento.

Ora, se chiedete a un sistemista medio (e magari anche esperto) è probabile che vi risponderà: la dimensione ideale del paging file è una volta e mezza la RAM fisica del sistema. Semplicemente, non è vero. Questo valore di default risale a quando Windows NT viaggiava su macchine che mediamente avevano 64 o 128Mb di RAM. Ancora oggi, lo si trova su migliaia di documenti e pure su moltissimi documenti Microsoft e MSDN.


Oggi siamo in uno scenario diverso, e se su una macchina con 2Gb creo un paging file di 3Gb, devo sperare che non sia mai usato completamente perché avere paginato 3Gb significa avere prestazioni della macchina assolutamente scadenti (il processore, e probabilmente l'utente, passa il tempo ad aspettare che i dati siano caricati da disco). Purtroppo molti programmi non si curano di controllare se la memoria che richiedono al sistema operativo è memoria fisica o paginata e assumono (erroneamente) che mettere i dati in questa memoria sia sempre più veloce che accedere a un file su disco... Così invece di fare cache (nelle intenzioni del programmatore) si trovano a rallentare le operazioni. A questo punto meglio non far illudere un'applicazione di avere troppa memoria. Si potrebbe eliminare completamente il paging file, ma molte applicazioni non gestiscono abbastanza bene le condizioni di memoria insufficiente e allora meglio dare un minimo di paging file per consentire a qualche applicazione "avveduta" (tra queste SQL Server e Analysis Services, per fare un paio di esempi) di rilasciare un po' di memoria quando il sistema inizia a paginare. Ma se non c'è paging file, nessuno interviene per tempo. Comunque 100Mb sarebbero suffcienti per questo genere di necessità, con 500Mb si è già molto più che tranquilli.


Perché allora Microsoft non cambia il consiglio per il paging file? Semplicemente, per non rischiare qualche chiamata in più al supporto tecnico. Come ho detto, molte applicazioni gestiscono male condizioni di memoria limite, mentre se il sistema inizia a paginare l'utente percepisce il rallentamento e comincia a chiudere qualcosa prima che sia troppo tardi. In effetti, mettere un paging file più grande del necessario non ha quasi controindicazioni. Peccato però che tale file sia creato al momento dell'installazione di Windows e, se messo nel disco dove c'è anche il sistema operativo, va probabilmente a prendersi una delle parti "migliori" del disco (i dischi attuali sono più performanti nella parte iniziale del disco), relegando altre applicazioni più usate a zone meno veloci del disco stesso. Senza contare che avete dei Gb di disco che magari non sono mai usati da nessuno (ma li avete pagati lo stesso).


La discussione (la notte scorsa) è nata perché mi si consigliava di prendere un disco dove alloggiare il paging file. Di tutti i modi che conosco per spendere soldi in hardware, mi sembrava uno dei peggiori, e così ho affrontato una difficile opera di convincimento (anche perché non ho avevo subito a portata di mano le pagine di Solomon/Russinovich che ho citato prima). A onor del vero esiste una sola condizione in cui è richiesta una dimensione minima specifica del paging file: se si vuole ottenere un dump completo della memoria in caso di blue screen (errore del sistema operativo che blocca tutto e forza al riavvio della macchina) allora il paging file deve avere una dimensione pari alla quantità di memoria fisica più qualcosetta (1Mb può bastare). Attivando il mini-dump questa esigenza viene meno. E non conosco molte persone che, una volta ottenuto un dump completo, sono in grado di farci qualcosa. Se non sviluppate driver, non mi sembra che sia un problema di cui dobbiate realmente preoccuparvi (con le dovute eccezioni: magari su alcuni server con alcune applicazioni molto particolari questi accorgimenti sono ritenuti indispensabili... ma nel 99% dei casi non è così).


Ora, siccome so che qualsiasi cosa io scriva qualcuno dirà che non ho ragione perché da qualche parte ha letto che esiste la formula magica (1,5 x RAM fisica, anche se esistono divertenti varianti a questa formula che portano il valore ideale a 2xRAM o a 2,5xRAM, ma senza che nessuno dia mai una minima spiegazione del perché di questi numeri), ho deciso di aprire i commenti a questo post e sentire le reazioni... probabilmente non sono stato abbastanza chiaro nello spiegare il perché di questo comportamento, ma la spiegazione non può prescindere dal comprendere il funzionamento del memory manager di Windows per quanto riguarda la memoria virtuale, argomento a cui da più di un anno ho promesso di dedicare un articolo che non trovo il tempo di scrivere. Comunque, se ci saranno domande mirate proverò a spiegare meglio i punti oscuri.


Comments

marco said:

Capisco, anche se non condivido, la scelta da parte di Microsoft di lasciare inalterato il consiglio sul paging file (e la dimensione di default che a questo viene assegnata in fase di setup sulla base del quantitativo di RAM rilevato).
Ma non sarebbe, almeno, carino poter scegliere questa impostazione durante l'installazione del sistema operativo? Magari come possibilità ben nascosta sotto il nome di "Impostazioni avanzate" ?
# aprile 3, 2005 2:08

marco said:

Da quando ho installato 2Gb di RAM (con pessimi risultati di stabilità hardware ma questo è un altro problema) ho visto che il PF è praticamente inutilizzato.
Ora con 1,5Gb di RAM sto seriamente pensando di toglierlo, per rimetterlo solo in caso di Out of Memory...
# aprile 4, 2005 1:22

marco said:

Lorenzo, come ti ho detto un paging file minimo (anche solo 100/200Mb) può essere una garanzia sufficiente: rallenta abbastanza le applicazioni se c'è troppa memoria in uso perché tu te ne accorga e chiuda qualcosa. Se non lo usi mai tanto meglio. Questo paging file minimo lo trovo particolarmente utile quando usi SQL Server e/o Analysis Services, perché il loro uso della RAM dinamico è efficace se c'è un minimo di elasticità, altrimenti non rilasciano memoria in tempo e qualcuno (magari qualche altro processo) si trova un bel Out Of Memory. Considera che facendo data warehousing ho spesso SQL Server che dopo un paio di query si prende tutta la RAM fisica che riesce, arrivando da solo a 1.3Gb in un battibaleno. Per applicaioni "oltp" probabilmente questi problemi non si pongono quasi mai durante lo sviluppo.
# aprile 4, 2005 2:03

marco said:

In effetti per "toglierlo" nella mia testa intendevo "ridimensinarlo" ai minimi termini.
Per ora sono a 200Mb... vediamo come va...
E grazie, era da un po' che ci pensavo e il tuo post mi ha dato lo spunto per farlo... :-)
# aprile 4, 2005 3:07

TrackBack said:

# aprile 4, 2005 3:10

TrackBack said:

# aprile 4, 2005 3:19

marco said:

Marco, capisco il tuo apriamo i commenti...ma...secondo me nella vita si conoscono persone di cui si fida ciecamente quando espongono un certo argomento. Tu per me sei una di queste. Se parli di Windows Internal o di .NET per me è "vangelo" tutto quello che dici.
Sicuramente avere le spiegazioni di quanto affermi è utilissimo (e fondamentale), ma ti assicuro che chi ti conosce non avrebbe avuto nessun dubbio sulla tua affermazione. Visto che il post penso sia utilissimo a molti ti anticipo una domanda: se uno a più dischi fisici sulla macchina il piccolo paging file conviene dividerlo su entrambi i dischi o no ?
# aprile 5, 2005 4:14

marco said:

Se il paging è piccolo e idealmente non dovresti usarlo, mettilo su un disco qualsiasi dove hai spazio libero.
Se invece il paging file pensi di usarlo (ad es. se il Peak di Task Manager supera la quantità di RAM fisica della macchina), allora mettilo su un disco veloce.
Meglio usare un disco dedicato, o comunque un disco diverso da quello che contiene sistema operativo e programmi. Se puoi, usa una partizione dedicata (di un altro disco, ma se andasse male, dello stesso disco) oppure imposta il paging file a dimensione fissa (dimensione minima = dimensione massima) dopo aver deframmentato il disco - così hai un paging file non frammentato.
Se usi più dischi, Windows comincia a usare quello a cui accedi meno (statisticamente) e via via usa gli altri. Difatti avere più paging file non aumenta le prestazioni perché non parallelizza le operazioni.
Un articolo di KB a riguardo ci sta bene: http://support.microsoft.com/?kbid=314482
Nota che nella KB la giustificazione RAM*1,5 è data dal poter fare il dump della memoria in caso di schermo blu - alla fine dei conti hanno fatto la scelta di essere prudenti, anche perché così se uno chiama il Product Support Service (PSS) può mandargli il dump della memoria, in casi estremi... Se poi uno spreca (=inutilizza) qualche Gb di disco, non è un problema loro :-)
# aprile 5, 2005 4:42

TrackBack said:

# aprile 18, 2005 9:39

marco said:

Che ne dici di questa soluzione; io ho creato una part di 5 GB (ho 3 gb di RAM 2xXeon 3ghz) e ho impostato l'utilizzo dinamico da parte del sistema su quella partizione. di solito trovo questa situazione: file di pagininig utilizato 2,5 GB picco cca 2,6 gb. Le app più "avide" sono sqlserv con 1,2 gb e store (exchange2003) 600 MB. Posso seguire i tuo consiglio e impostare un file di pag fisso a diciamo 300 mb??? Grazie
# maggio 2, 2005 11:25

marco said:

MaiO, dovresti fare qualche indagine in più. SQL Server usa RAM virtuale che poi è quasi sempre RAM fisica, Exchange lo conosco meno e può darsi che faccia uso di paginazione. Sicuramente l'uso del file di paging dinamico non è una buona idea, se hai una partizione dedicata sarebbe meglio togliere il paging file, formattare la partizione e ricreare la partizione con dimensione minima uguale a quella massima. Istintivamente potresti provare a mettere 300/500Mb, ma se sei arrivato a un picco di 2.5Gb di paging... a meno che tu non mi abbia dato i numeri del "Commit Charge" dove hai un picco di 2.6Gb... in tal caso i 300/500 Mb sono sufficienti, ma segui le mie indicazioni per creare quel file in modo non frammentato.
# maggio 2, 2005 11:44

marco said:

Ho un Peak nel Commit Charge di 2,6 GB e il limit a 6,1 GB. Physical Memory total 3 GB e available 1,3 gb. Il server è accesso da 160 gg perciò posso considerare questi dati atendibili - riguardo il carico di lavoro reale. Adesso proverò ad impostare la Swap a 300MB fissi. Poi ti faccio sapere su un eventuale guadagno di prestazioni o la percezione di questi. Grazie mille, un post illuminante :) dai tempi che sto litigando con 1,5 X RAM fisica
# maggio 5, 2005 2:36

marco said:

MaiO, non vedrai nessun guadagno di prestazioni particolare, ma sicuramente recuperi qualche Gb di spazio sul disco.
# maggio 5, 2005 10:28

marco said:

Dunque per una macchina Windows 2000 Pro con 128 MB di RAM una dimensione minima del file di paginazione di 192 MB e massima di 512 MB dovrebbe essere più che adeguata ... E allora perchè continuo ad avere messaggi di "Memoria virtuale insufficiente"?
# giugno 1, 2005 5:04

marco said:

Marco D.F., 128Mb di RAM sono proprio pochi, ci sono sw che al lancio chiedono 200/300Mb di memoria virtuale tutta per loro. Dipende da cosa usi. Il problema è che anche se aumenti la memoria virtuale, di certo non puoi pretendere che la macchina poi vada anche veloce...
# giugno 1, 2005 5:22

Marco Russo said:

Avere una workstation di sviluppo con 4Gb di RAM, due monitor grandi, schede video adeguate... può sembrare

# luglio 2, 2007 6:38

- - -

Memoria Virtuale di Windows XP

Questo articolo spiega come ottimizzare le prestazioni del nostro sistema Windows XP migliorando la gestione della memoria virtuale.


Questo sistema, utilizzato e consigliato da sempre nei sistemi Linux, consiste nel creare una partizione ad hoc per la memoria virtuale di Windows, ovvero creare quella che viene definita la partizione di Swap.


Prima di procedere, vediamo di capire meglio in cosa consiste il problema.


Ogni sistema ha un quantitativo di memoria volatile, ovvero la memoria RAM, limitato. Quando la capacità di questa memoria volatile si esaurisce, il sistema operativo applica una politica di paginazione: copia i dati meno utilizzati che occupano spazio nella memoria volatile, portandoli in nella memoria di massa, ovvero il nostro disco rigido. Operazioni di questo tipo sono molto comuni nel ciclo di vita di una sessione, quindi il sistema operativo è costretto ad applicare questa politica abbastanza spesso.


Questo continuo movimento di dati, scrittura e lettura dal nostro disco fisso, rallenta il sistema e aumenta il rischio di frammentazione del disco. Per questo motivo, è preferibile utilizzare una partizione del nostro disco totalmente ed esclusivamente dedicata al file di paginazione.


L’ideale, ovviamente, sarebbe di non avere nessun file di paginazione… ma questo significa avere un quantitativo di ram tale da non richiedere questa operazione. Se non si dispone di un quantitativo di RAM tale da annullare la paginazione, conviene almeno limitare i danni della frammentazione creando una partizione dedicata a questo scambio di dati tra RAM e disco fisso.


Dialog Memoria VirtualeL’operazione da compiere è semplice, ma servono un solo requisito. Una partizione di dimensione doppia rispetto alla RAM installata può bastare. Ci basta andare sulle proprietà delle risorse del computer, pagina Avanzate, pulsante Impostazioni dell’area prestazioni, pagina Avanzate e pulsante Cambia dell’area Memoria Virtuale. In questa notiamo che attualmente il nostro file di paginazione risiede nella stessa unità del sistema operativo, quello che ci interessa conoscere, per il momento, è che consiglio ci da il nostro sistema operativo per la dimensione minima della nostra partizione dedicata. Prendiamo nota quindi del numero in MB dell’etichetta Consigliata nell’area Dimensioni totali file di paging per tutte le unità. Nella figura, risulta essere 3070MB. Andiamo a creare una partizione da Pannello di controllo, Prestazioni e manutenzione, Strumenti di amministrazione, Gestione computer, Gestione disco. Li creiamo una nuova partizione. Le dimensioni consigliate della partizione sono il doppio della nostra RAM o il doppio di quella consigliata da Windows. Nel mio caso, ho creato una partizione di 6077 MB per il mio file di paginazione.


Ultimata la fase di creazione della paginazione, possiamo tornare alle impostazioni della memoria virtuale. Indichiamo che la partizione contenente il sistema operativo non deve contenere nessun file di paging, ed impostiamo un file di paging a dimensioni fisse nella partizione dedicata con Dimensioni iniziali uguali a quelle consigliate e Dimensioni massime uguali alla dimensione della partizione meno 5 MB (tutte le partizioni Windows, infatti, devono sempre avere almeno 5 MB liberi).


Al prossimo avvio di Windows avremo il nostro file di paginazione (pagefile.sys) confinato nella partizione di swap e il nostro disco non soffrirà molto meno, aumentando le sue prestazioni, di prima per il problema della frammentazione dei file.


A questo punto, meglio fare partire una deframmentazione del disco (sempre da Gestione computer, Utilità di deframmentazione dischi) per sistemare i danni causati dal file di paginazione in un luogo non a lui dedicato!


!!! Aggiornamento !!!

Dopo i commenti di Giuffrolo, che ringrazio, aggiungo che per ottimizzare il procedimento conviene

  • Disabilitare l’indicizzazione della partizione di swap (Risorse del computer -> Pulsante destro sulla partizione di swap creata -> Proprietà -> Togliere la spunta da “Indicizza il disco per una ricerca rapida dei file”);
  • Creare la partizione di swap prima possibile, possibilmente subito dopo la partizione del disco che contiene il Sistema Operativo;
  • Rendere le dimensioni della partizione fissa, impostando la dimensione iniziale uguale alla dimensione massima pari alla dimensione della partizione meno 5 MB.
0 10share1

Categorie:
Informatica Tag:


Commenti:

  1. Giuffrolo
    30 maggio 2008 a 11:40 | #1

    Ciao Marco,
    permettimi qualche osservazione circa il tuo principio per l’ottimizzazione del file di swap di Windows.
    Premesso che hai dimenticato di disattivare l’indicizzazione (questa è attiva di default) sulla partizione di swap, la procedura da te descritta può ulteriormente essere ottimizzata:
    - impostare una dimensione minima uguale alla dimensione massima, uguale alla dimensione della partizione dedicata – 5 MB, permette di avere da subito il file di swap della dimensione voluta, senza andarla a modificare durante lo swapping process (altri cicli di lettura/scrittura);
    - considerando la conformità dei dischi rigidi, i primi settori scritti risultano essere i più performanti: per questo motivo, è preferibile creare un file di swap di dimensione fissa (tanto da raggiungere, insieme alla RAM instllata, un quantitativo sufficiente al nostro caso peggiore) nella stessa partizione del sistema operativo. La generazione di un file di swap di dimensioni minime e massime uguali comporta la creazione dello stesso con la minima frammentazione possibile dello stesso (l’ideale sarebbe di fare questo processo post-installazione del’S.O.).

    Con questi due punti si è massimizzata la performance sul file di swap.

  2. 30 maggio 2008 a 15:09 | #2

    Ciao Giuffrolo!!!

    Hai pienamente ragione, ma prima di aggiornare l’articolo con i tuoi consigli ti faccio qualche altra domanda sulla dimensione della partizione di swap.

    Avere una partizione troppo grande rallenta il sistema per la sua gestione?
    Supponendo che il SO non abbia mai bisogno di allargare la partizione di swap, averla da 2GB o da 6GB è uguale per il sistema?

  3. Giuffrolo
    4 giugno 2008 a 10:28 | #3

    Ciao Marco,
    per rispondere alla tua domanda:
    avere un file di swap dinamico comunque porta il sistema a rimodulare lo stesso con qualche ciclo lettura/scrittura (ti ricordo che siamo in ambiente windows, su linux il discorso è diverso: il file di swap non è mai usato tranne quando la RAM disponibile è realmente in esaurimento); inoltre, se il file di swap è presente nella stesa partizione del SO, allora la frammentazione “potrebbe” essere presente, ma sicuramente il DB dell’indicizzazione (che non va disabilitato su C:) si aggiornerà di conseguenza.
    Avere una immagine di swap fissa da 2GB o da 6GB non cambia nulla…a patto che sia fissa (certo, 6GB sono davvero tanti: immagino, poi, che siano supportati da un bel quantitativo di RAM fisica).

    A presto.

  4. Virgilio
    21 agosto 2008 a 15:18 | #4

    Ottimo articolo.
    La partizione dedicata al file di swap puo anche essere su un altro disco fisso oppure deve essere necessariamente su C.
    Grazie per la cortese risposta e distinti saluti.
    Virgilio

  5. 21 agosto 2008 a 16:28 | #5

    Può anche stare su un altro disco fisso, anzi è molto più performate (specialmente se è la prima partizione per i motivi detti da Giuffrolo).

  6. 28 settembre 2008 a 23:43 | #6

    thank you, brother

  7. 7 ottobre 2008 a 14:24 | #7

    well done, man

  8. mariosalvo
    14 ottobre 2008 a 20:17 | #8

    Mi chiamo mariosalvo,interessante il discorso e vorrei creare anche io una partizione solo per il file swap, ho un disco c con sistema operativo da 160 gb un disco d da 80 gb, con ram da 1gb.

    Fino a come creare la partizione non ci sono problemi , o in C o in D tutto chiaro,non sono riuscito a capire questo passaggio:

    Rendere le dimensioni della partizione fissa, impostando la dimensione iniziale uguale alla dimensione massima pari alla dimensione della partizione -5MB.Potresti spiegarmelo con un esempio per favore?
    Vi ringrazio anticipatamente saluti da Mariosalvo

  9. mariosalvo
    14 ottobre 2008 a 20:26 | #9

    Scusate un’ altra domanda: nel creare una nuova partizione i dati che ci sono sul disco non vengono dannegiati vero?E’ vero che la partizione deve essere creata in FAT32, perche’ piu’ veloce di NFTS?
    Mio sistema oprativo:windows xp HOME in NTFS
    ram 1 GB
    HD con sistema operativo 160 gb ( C )
    HD in piu’ da 80 gb ( D )

    Potreste per favore spiegarmi da quanti gb deve essere la partizione da creare per il file SWAP , se conviene creala in C o in D , e spiegarmi con qualche esempio questo passaggio perche’ non mi e’ chiaro:
    Rendere le dimensioni della partizione fissa, impostando la dimensione iniziale uguale alla dimensione massima pari alla dimensione della partizione -5MB.Potresti spiegarmelo con un esempio per favore?
    Vi ringrazio anticipatamente saluti da Mariosalvo

    P.S. Scusate se ho riscritto il tutto, non mi e’ sembrato tanto chiaro il primo commento lasciato.

  10. 14 ottobre 2008 a 20:49 | #10

    Per prima cosa bisognerebbe capire che tipo di hard disk hai!

    Diciamo che in linea generale meglio mettere la partizione di swap all’inizio del disco più veloce (quello che riesce a fare più giri al minuto, lo trovi nelle specifiche del tuo hard disk) e anche che il disco rigido sia diverso da quello dove è installato il sistema operativo.

    Rispondo velocemente alle tue domande:
    - Creando una nuova partizione non vengono danneggiati i dati esistenti, ma è una operazione delicata… devi stare attento a come partizioni. Un software molto semplice per effettuare le partizioni è Acronis Disk Director Suite (http://www.acronis.it/);
    - Meglio creare le partizioni in NTFS se devi usarle solo con Windows, hai molte più opzioni attivabili.

    Avendo 1 GB di ram ti consiglio di creare una partizione di 2056 MB.
    I passi da seguire sono questi:
    - Crea la partizione da 2056 MB
    - Doppio click su Risorse del Computer -> Pulsante destro sulla partizione appena creata -> Proprietà
    - Deseleziona il check da Indicizza il disco per una rapida ricerca dei file
    - Start -> Pulsante destro su Risorse del Computer -> Proprietà
    - Pagina Avanzate -> Pulsante Impostazioni dell’area Prestazioni
    - Pagina Avanzate -> Pulsante Cambia dell’area Memoria Virtuale
    - Seleziona la partizione da 2056 MB che hai creato
    - Seleziona Dimensioni Personalizzate
    - Inserisci il numero 2048 sia in Dimensioni Iniziali che in Dimensioni massime

    Finito!

    Spero di essere stato più chiaro adesso! ;)

  11. 15 novembre 2008 a 14:54 | #11

    ti ringrazio molto per l’articolo, ha sciolto tutte le mie riserve ;)

  12. Antonio
    19 novembre 2008 a 15:38 | #12

    Anche io una domanda. Creando la partizione dedicata solo al file di swap sullo stesso hard disk del sistema operativo, subito dopo la partizione di win, l’indicizzazione in questo caso si può levare dalla sola partizione del file di swap oppure la cosa è fattibile solo per l’intero HD?

    Io ha 2 Gb di ram per non sbagliare nell’impostare le dimensioni minime e massime qunto metto?

    Grazie

    Antonio

  13. 19 novembre 2008 a 16:08 | #13

    Direi di lasciare l’indicizzazione nelle altre partizioni (specialmente se ricerchi in modo assiduo documenti).
    Per 2 GB di ram direi che ti servono 4 GB di spazio per la partizione di swap, ma se hai problemi di spazio anche 3 GB vanno benissimo.

  14. Antonio
    19 novembre 2008 a 20:07 | #14

    Infatti avevo deciso di inserire 4096 come valore sia min che max.

    Per l’indicizzazione ancora non mi è chiara una cosa. Faccio un esempio.

    Io ho un HD con 4 partizioni. Nella prima c’è il sistema operativo, nella seconda ci vorrei mettere lo swap della memoria virtuale e nelle altre due dati vari.

    Ora posso dire che solo nella seconda partizione l’indicizzazione la voglio levare? Oppure se si leva da una sola di queste partizioni automaticamente si leva su tutto quell’HD visto che è un solo pezzo fisico?

    Non so se mi sono spiegato bene

    Attendo info al più presto prima di procedere.

    Grazie

  15. 19 novembre 2008 a 22:07 | #15

    L’indicizzazione è propria della partizione, quindi puoi benissimo disabilitarla solo per la partizione di swap.

  16. Antonio
    20 novembre 2008 a 0:15 | #16

    Tutto chiaro grazie

    Se ho altri dubbi disturberò ancora!!!

    Ciao

  17. vaino
    27 novembre 2008 a 22:30 | #17

    Scusa io nell’etichetta consigliata come sopra in figura ho 4605mb, da come ho capito devo fare una partizione con il doppio dello spazio giusto? Ma una volta arrivato a gestione del disco come faccio la partizione? Io ho un acer aspire 5920g nato già con una partizione D poi io per avere anche xp ho fatto una partizione dal disco d, ho tolto 50gb e fatto il disco F(XP) ora su che disco devo fare la partizione ? sul disco f giusto? Se si devo prima fare la defrementazione?Per favore mi potresti dire passo passo come fare questa cosa, grazie di cuore
    Vaino

  18. 28 novembre 2008 a 0:23 | #18

    Si, tutto giusto!
    Prima di fare la partizione è sempre consigliato fare una deframmentazione. Per partizionare il disco ti serve un programma di gestione del disco.

    Io ho usato sia Partition Magic che Acronis Disk Director, ma ne esistono tantissimi. Per questa delicata operazione, se è la tua prima volta, fatti assistere da un tuo amico più esperto! ;)

  19. marcello
    1 febbraio 2009 a 16:03 | #19

    ciao a tutti, le descrizioni sono state utilissime , vorrei fare una domanda il disco da creare a parte per i file paping deve essere con capacita pari al doppio esatto della ram oppure puo essere diverso anche di poche ram

  20. 2 febbraio 2009 a 1:11 | #20

    Diciamo che teoricamente il disco dedicato alla swap deve essere poco più grande della ram installata nel sistema, ma per grandi quantitativi di ram questo può anche limitarsi ai 2/3 GB.

  21. Alfonso
    17 novembre 2010 a 14:14 | #21

    ciao a tutti. in questo periodo sto diventando matto perché il mio povero computerino è lentissimo. non ha virus o altro. lo pulisco e deframmento con regolarità. non ho programmi pesanti. lo uso giusto per scrivere, sentire musica, vedere film e andare su internet. l’ho fatto guardare anche da un ragazzo che lavora in ambito informatico ma il mio vecchio packardbell da 384 MB di RAM zoppica ancora vistosamente. come devo settare la questione della memoria? adesso sia C che F li ho messi su dimensioni gestite dal sistema ma leggendo i vostri consigli so che devo cambiare qualcosa. qualcuno sarebbe così gentile da descrivermi passo passo come fare a settare il mio xp nella maniera migliore? grazie di cuore.
    (diobuono sto preparando tesi magistrale e senza computer sono fregato)

  22. 17 novembre 2010 a 15:17 | #22

    @Alfonso
    Mmm… visto che sei in un momento critico meglio non fare nulla! Più cose fai più probabilità hai di incasinare il sistema! Dovresti spostare le partizioni esistenti sul tuo sistema… e non è sicuramente una operazione da fare in momenti come quelli che stai passando tu.

    Ma se vuoi farlo, nel tuo caso ti consiglio una partizione da 768 MB o da 1024 MB tanto per tenersi larghi.

  23. Alfonso
    17 novembre 2010 a 16:08 | #23

    grazie della risposta celere Marco. devo fare qualcosa credimi e sposterò le partizioni esistenti sul sistema. mi potresti descrivere passo passo come devo fare? grazie davvero.

  24. 17 novembre 2010 a 17:51 | #24

    E’ tutto scritto nell’articolo, passo passo… cosa non ti è chiaro?

  25. Alfonso
    17 novembre 2010 a 20:03 | #25

    quando accedo al pannello Gestione disco, come creo una nuova partizione?
    quando accedo al pannello Memoria virtuale che numeri devo mettere in Dimensioni personalizzate? e li devo scrivere per tutte e due i dischi C e F?

  26. 18 novembre 2010 a 11:34 | #26

    @Alfonso

    Per creare una nuova partizione devi avere spazio non partizionato libero nel disco. Probabilmente non hai spazio non partizionato, ed è proprio questa l’operazione delicata che ti sconsiglio di fare se non puoi rischiare! Per ridimensionare una partizione esistente devi usare un programma ad hoc (windows di base non può ridimensionare una partizione). Uno di questi programmi è Partition Magic. La nuova partizione (che prenderà probabilmente il nome di G) deve essere grande, nel tuo caso, 1024 MB e sarà quella la tua partizione di swap.

  27. Alfonso
    19 novembre 2010 a 18:55 | #27

    boh, io ti ringrazio tanto Marco ma per me stai parlando arabo e non farò nulla. lascio le dimensioni sia del disco C che del disco F gestiti dal sistema anche se il computer continua ad essere lentissimo. d’altra parte non so cosa fare. ciao e grazie

  28. Peppe
    14 luglio 2011 a 10:48 | #28

    Il sistema operativo Windows usa sempre la paginazione anche quando c’è spazio in ram.
    Il file di paging (non di swap) viene utilizzato, infatti, per creare l’immagine dei processi, immagine che è sempre su HD. Tramite la paginazione su richiesta (in presenza di page fault) vengono caricate le pagine mancanti. Quindi la memoria non viene swappata su disco, ma viene gestito l’avvidentamento delle pagine virtuali che occuperanno frame fisici tramite le cosiddette "strategie di sostituzione".
    Riguardo alla posizione del file di paging voglio ricordare che windows lo posiziano in un punto intermedio del disco per ridurre gli spostamenti dell testina. La sua posizione e dimensione sono fisse per sfruttare l’accesso diretto ai blocchi senza dover ricorre ai servizi del file system che rallenterebbero l’accesso ai blocchi. Spostare il file di paging su una partzione dedicata ha il solo effetto di allontanare la posizione dello stesso da quella posizione privilegiata destinatagli dal S.O. e questo comporterà per forza un aumento dei seek time per il fatto che la testina dovrà compiere movimenti maggiori. I vantaggi dei file system Microsoft non sono ottenibili dalle implementazioni dei file system di tipo unix che utilizzando tabelle i-node anzichè tavole di allocazione dei file.
    Per questo motivo in linux si crea una partizione raw a cui si accede direttamente senza file system (ma c’è sempre lo svantaggio che tale partizione è lontana dal punto medio del disco peggiorando cosi le prestazioni del disco). Se la creazione di una partizione separata per il file di paging fosse stata la migliore implementazione, state tranquilli che Microsoft l’avrebbe fatta. Vi consiglio di lasciare pertanto le cose come sono.
    Solo per chi utilizza due HD può essere veramente interessante spostare il file di paging sul sencondo che dovrà essere usato solo per questo. In questo modo si beneficerà di un accesso esclusivo al hd del file di pging migliorando le prestazioni.
    Consiglio a tutti di leggere un un buon testo di sistemi operativi come tanenbaum


- - -

Ecco altri articoli in rete, molto "discordi" tra loro, che affrontano il problema:

http://blogs.devleap.com/marco/archive/2005/04/03/3118.aspx
http://www.megalab.it/2586/guida-definitiva-alla-memoria-virtuale
http://www.marcoduff.com/2008/05/24/memoria-virtuale-di-windows-xp/

http://forum.wininizio.it/index.php/topic/24665-howto-configurare-il-file-di-swap/

http://www.tutorialpc.it/ram.asp
http://www.harrrdito.it/windows/xp/007.asp
http://www.manuali.net/forum/archive/index.php/t-49547.html
http://giancarlo-giancarlof.blogspot.com/2011/03/paging-settare-la-dimensione-windows-7.html
http://eu.battle.net/sc2/it/forum/topic/2844845016

http://it.ewrite.us/come-modificare-la-dimensione-del-file-di-paging-in-windows-7-95606.html

http://www.navigaweb.net/2008/04/windows-xp-impostazione-del-file-di.html
http://www.lidweb.it/ind_topic.asp?topic_id=304
http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Ottimizzazione-della-gestione-della-memoria/D5147807.html

http://www.faqwindows.com/ottimizzare-vista-impostare-la-dimensione-giusta-della-memoria-virtuale.html
http://www.faqwindows.com/memoria-virtuale-insufficiente-in-windows-vista.html
http://windows.microsoft.com/it-IT/windows-vista/Change-the-size-of-virtual-memory
http://blogiax.altervista.org/la-memoria-virtuale-di-windows/

http://jobmicro.com/42/guida/windows/impostare-memoria-virtuale-windows-7.html
http://www.saperlo.it/guida/come-modificare-le-dimensioni-del-file-di-paging-con-windows-vista-9624/
http://www.excelsaweb.it/assistenza-tecnica/guide-e-consigli-utili/138-soluzioni-pc-veloce
http://simpedia.sims2cri.com/Manutenzione_Windows

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=563705&page=12

http://www.aspeterpan.com/pc/sf002.htm
http://forum.html.it/forum/showthread/t-1299528.html
http://www.wintricks.it/windxp/swap_file.html

http://wiki.professionearchitetto.it/w/Tutorial_Windows,_Come_ottimizzare_il_proprio_sistema_operativo
http://www.comefunziona.net/arg/virtmemory/ http://www.scolastic.it/blog/2010/11/it-pillsgeek-impostare-correttamente-il-file-di-paging/

su Linux

http://nelregnodilinux.blogspot.com/2010/09/la-gestione-della-memoria-in-linux-la.html
su iPhone


Ottimizzare l'installazione di Windows XP
http://www.aiutopc.com/guide_xp/ottimizzare_installazione/


betulla

- - -
Stampa in PDF
.