venerdì 23 settembre 2011

La Patata Blu


La Vera Patata Blu.


Ultimamente nei supermercati, la Coop per esempio, trovate un tipo di patate con su scritto "blu": in realtà, sono bianche; ossia, a polpa bianca.


La vera patate blu-violetta, eccola qui,
recensita per voi in quest'ottimo articolo,
tratto da un blog di splinder:

http://amicidellorto.splinder.com/post/19080404/patata-vitelotte

- - -

lunedì, 17 novembre 2008

PATATA VITELOTTE

La "PATATA VITELOTTE"

di Angelo Passalacqua


Ci sono ortaggi e tuberi che non vengono coltivati in larga misura per vari motivi, dalla scarsa resa e relativo scarso guadagno per il produttore o dal rifiuto del compratore, che guarda con sospetto piante dall'aspetto poco ortodosso. Queste varietà sopravvivono grazie alla coltivazione negli orti familiari e, per le più fortunate, magari vengono "adottate" da una località che la marchia come tipica. Esempi concreti, la melanzana rossa di Rotonda (Pz), la cipolla egiziana, la patata blù Vitelotte e così via.



Questa patata è ricca di antocianina, che dimostra la sua presenza colorando di blù-viola la buccia e la polpa ma anche i fiori e,con venature, anche la pianta. Viene dal Sudamerica, come tutte le patate e viene coltivata in Francia, dove non è difficile trovarla in vendita col nome di pomme de terre negresse.





La pianta è una varietà antica, si può definirla primordiale, semiselvatica, le sue qualità sono nella resistenza alle malattie ed alla siccità. Per contro, i tuberi sono abbastanza piccoli, di varia forma, scarsa produttività. La polpa è farinosa, si presta bene per un purè dal colore sorprendente.



Piante di Vitelotte



Fiori di Vitelotte


Link:

http://www.regione.piemonte.it/parchi/ppweb/rivista/2007/164/patata.htm

http://it/wikipedia.org/wiki/Vitelotte

http://www.sdc.admin.ch/it/Pagina_iniziale/Progetti/T_ikapapa_patata_indigena_peruviana
http://www.potato2008.org/fr/pommedeterre/varieties.html




scritto da: caprettetibetane alle ore 22:02 | link | commenti (100)
categorie:



Commenti:
#1 18 Novembre 2008 - 00:00
Ciao Angelo, parli di bassa produttività, ma quanto bassa? Io pensavo di provarle in coltivazione invernale il prossimo anno, magari un solo solco vicino alle altre varietà di cui conosco già la resa in quel periodo.

Per ora ho la Desirèe mi pare si comporti bene, vedremo al raccolto.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#2 06 Dicembre 2008 - 01:45
CIAO ANGELO TI LASCIO LA MIA EMAIL , SAREI INTERESSATO A QUALCHE ESEMPLARE DI PATATA VITELOTTE PER INIZIARE A PRODURLE PER USO MIO PERSONALE.
FAMMI SAPERE QUALCOSA , GRAZIE
mamo320@libero.it

utente anonimo
#3 23 Gennaio 2009 - 23:48
ANGELO
Mi aggiungo alla lista per la patata VITELOTTE. Potrei avere un paio di tuberi per produrle nel mio orto, grazie. Visto che siamo in tema, nel mio orto coltivo una qualità di aglio che assomiglia a quello elefante. Il ciclo produttivo è biennale. trevi5413@libero.it

utente anonimo
#4 13 Febbraio 2009 - 17:11
Salve Angelo, mi chiamo Cristina e curiosando in rete alla ricerca delle patate Vitelotte sono incappata nel tuo sito dove, se non sbaglio, ho letto che le coltivi e hai la possibilità di spedire alcuni germogli da piantare. Io non capisco nulla di orticoltura ma mio padre ne è appassionato e si diverte a coltivare ortaggi particolari in maniera assolutamente biologica. Vorrei procurargli un pò di vitelotte da piantare e volevo chiederti se ti fosse possibile spedirmene alcuni germogli. Grazie, Cristina. tintin73@libero.it

utente anonimo
#5 26 Luglio 2009 - 17:27
Ciao a tutti,
quand'è il momento giusto per l'impiantamento dei tuberi per fascia costiera toscana. Potrei azzardare un precoce impiantamento autunnale per un raccolto primaverile come ho letto fare nel sud? Qui all'Isola del Giglio le temperatura nei giorni più freddi dell'anno molto raramente tocca i 7-8 gradi notturni...
Utente: Ilaisola Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. Ilaisola
#6 26 Luglio 2009 - 21:40
Ciao Ilaisola, io ho appena raccolto i tuberi della Vitelotte, ricevuti da Angelo in primavera. Il mio terreno è siccitoso ed i tuberi sono rimasti piccoli, per questo pensavo anch'io ad una coltivazione invernale come faccio con altre varietà. C'è un mio post sulla mia esperienza invernale, l'ultimo inverno ho coltivato la Desirèe ed ho già pronti i tuberi per quest'anno.

Come data di piantagione dipende dalla pioggia, inutile seminare i tuberi finchè non c'è prospettiva di pioggia. Anche annaffiando non si risolve molto se il terreno è secco per la calura estiva.

Proverò quindi anche la Vitelotte, proprio qualche solco di prova.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#7 02 Settembre 2009 - 16:10
buongiorno Angelo mi chiamo Nerio, sono della provincia di Padova e con una grande passione per l'orto; ho peregrinato parecchio nel web alla ricerca di qualcuno che mi potesse dare delle patate dalla polpa viola da coltivare finchè sono arrivato qua. Ho letto che hai molte richieste per questo ortaggio e chiedevo se potevo mettermi in lista pur capendo che potresti avere difficoltà a soddisfare tutti. Se non è per la stagione in corso magari per la prossima e ovviamente sarai rimborsato di spese e valore della merce.
Ti lascio la mia mail: nphoneyCHIOCCIOLAliberoPUNTOit

utente anonimo
#8 02 Settembre 2009 - 21:56
Buonasera Nerio.
Per prima cosa, ti tranquillizzo subito: posso mandarti un pò di Vitelotte, visto che saresti disposto ad attendere Agosto 2010 non posso certo deluderti!!! Ripeto che i semi e simili li cedo gratis, a nessuno ho chiesto soldi, questo blog è per scambi tra ortomaniaci curiosi... Tanti si scusano con "non ho semi da scambiare, purtroppo" e poi mi mandano agli, pomodori a dozzine, vecchie varietà locali di ortaggi...
Ti contatto alla tua mail.
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#9 21 Febbraio 2010 - 17:49

ciao a tutti sono un produttore di patate nella provincia dell'aquila nel fucino giorni fa sono stato a berlino alla fiera e mi sta incuriosendo questa patata viola vorrei provarla nei miei campi per curiosita chi mi puo dare notizie dove poter trovare un 200 Kg di seme?? grazie lascio la mia imail quirinocardarelli@hotmail.it

utente anonimo
#10 21 Febbraio 2010 - 21:56
Ciao Quirino, ti contatto alla tua mail ma approfitto per dare qualche informazione, sperando siano utili.

Intanto lasciami dire che 200 kg di Vitelotte sono una enormità, anche per un professionista, vista la pezzatura delle patate... Ti consiglierei di optare per la varietà Congo blu.

La vitelotte puoi acquistarla qui, ma non è tubero-seme, conviene chiedere informazioni: http://www.casiraghierbe.it/prodotti.php?catid=9&proid=113

Altrimenti tuberi-seme li acquisti qui:
http://www.graines-baumaux.fr/panier.php?id=7636

Certo che 9,20 euro per 25 patatine...

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#11 07 Giugno 2010 - 20:15


Buonasera,
sarebbe possibile avere alcuni tuberi della patata viola, dato che nella zona in cui vivo (provincia di ferrara) è impossibile trovarla.
Le lascio la mia mail manrudy@alice.it, anche pagando,, naturalmente per provare di coltivarle. Le chiedo cortesemente anche istruzioni per la coltivazione circa il periodo e il tipo di terreno

Grazie per quanto riesce a fare.
Saluti.
Alessandra

utente anonimo
#12 07 Giugno 2010 - 23:10

Ciao Alessandra, la patata Vitelotte si semina a fine inverno, appena le condizioni del terreno lo permettono e si raccolgono in estate, io le raccoglierò a fine giugno.

E' una patata adatta a tutti i terreni, anche siccitosi come il mio.

Nel blog siamo parecchi a coltivarla, grazie a quelle da seme che ci ha fornito Angelo, però è meglio che fai la richiesta più avanti, dopo il raccolto, anche perchè poi per la semina dovrai attendere la prossima primavera.

Io sono in Liguria e nel nostro clima è possibile coltivare le patate anche in autunno - inverno, ho provato a seminarle in settembre come faccio con altre varietà ma non sono germogliate fino a marzo.

Hanno il pregio di non germogliare tenute in cassette sino alla primavera, una buona conservabilità senza particolari accorgimenti se non di tenerle lontane dalla luce.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#13 13 Luglio 2010 - 20:56
Ciao Daniela,

posso dirti che sto mangiando le vitelotte in tutte le maniere, complice la raccolta "strepitosa" di quest'anno, assieme a molti amici! Opinione condivisa, la vitelotte è sempre ottima, in ogni preparazione. Fritta, lessa, arrosto, al forno... Ma il purè blu è eccezionale, se poi nello stesso piatto ci metti anche il purè "normale" fatto con le patate Quarantine...

http://www.alimentipedia.it/verdura/Verdura_patata_vitelotte.html

Noto con piacere che alcune descrizioni, presenti in questo link, sono prese pari pari dal mio scritto, quindi qualcosa di buono la so fare...


http://lafucinaculinaria.blogspot.com/2010/05/gnocchi-di-patate-vitelotte.html


Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#14 17 Luglio 2010 - 12:47
Ciao Angelo, anch'io sono attratta da questa patata viola, mi sono trattenuta nel chiedertela l'anno scorso perché avevi tante richieste,quest'anno pensi di averne una per me? Ho trovato questa foto molto tempo fa(invitante per i tanti colori) e ne approffitto a segnalare il sito se qualcuno vuol guardare e copiare le salsine:http://www.cucino-in-giardino.blogspot.com/2009/02/fantasma-azzurro.html
Grazie e ciao, Franca

utente anonimo
#15 17 Luglio 2010 - 22:47
Ciao Franca,

mi dispiace sapere che ti sei trattenuta dal chiedermi le vitelotte, sai che non te le avrei negate!

Il raccolto delle patate è stato molto positivo, per qualità, quantità e pezzatura dei tuberi, per tutte le varietà.

Posso inviarti anche subito, dimmi solo se ti vanno bene i tuberi-seme, spedibili nella solita busta "imbottita", o i tuberi più grossi che necessitano la spedizione per pacco postale.

A presto,
Angelo

P.s. L'indirizzo completo del tuo link:

http://cucino-in-giardino.blogspot.com/2009_02_01_archive.html
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#16 19 Luglio 2010 - 13:54
Ciao Paolo e Angelo, che onore aver avuto la risposta da tutti e due!
Credo vada bene la patata da seme, veramente non so quale sia la reale differenza, solo la grossezza?
Ad Angelo vorrei chiedere se le zucchine da fiore sono verdi o anche striate.
Buon lavoro, Franca

utente anonimo
#17 19 Luglio 2010 - 22:03

Ciao sono Rita di Fucina culinaria,ho visto che avete linkato il post con i miei gnocchi di vitelotte!
Che onore!
Unico appunto: io non ho copiato nulla!

Che buoni gli gnocchi di vitelotte,li consiglio.
Peccato aver finito le mia piccola scorta!!
utente anonimo
#18 19 Luglio 2010 - 22:38
Ciao Rita,

ti chiedo scusa per il mio "errore", in effetti la "copiatura" di cui parlo non è nel tuo testo ma nel link che cito prima, quello di Alimentipedia e precisamente questi:

"E' una varietà antica, si può definirla primordiale, semiselvatica, le sue qualità sono nella resistenza alle malattie ed alla siccità."

"Non vengono coltivate in larga misura per vari motivi, dalla scarsa resa e relativo scarso guadagno per il produttore o dal rifiuto del compratore, che guarda con sospetto piante dall'aspetto poco ortodosso. Queste varietà sopravvivono grazie alla coltivazione negli orti familiari o di piccoli produttori."

Naturalmente non c'è nessun problema da parte mia, anzi mi fa piacere vedere il mio modesto contributo valorizzato...

In un'altro sito hanno "preso" come propria una mia foto della melanzana rossa di Rotonda...

Complimenti per il tuo sito, mi spiace solo che possiamo vedere i tuoi gnocchi e non assaggiarli!


Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#19 19 Luglio 2010 - 22:41

Ho letto anch'io la ricetta dei gnocchi, mi piacciono molto i gnocchi al pesto, non pensavo fosse così semplice farli e credo proprio che mi cimenterò, visto che ho avuto una buona produzione ed anche tuberi belli grossi.

Credo che anche visivamente il blu della Vitelotte col verde del pesto facciano un piatto interessante. Come ho già scritto un pregio della Vitelotte è la conservabilità, non avendo una cantina fredda da me dopo qualche mese le patate normali mettono germogli, la Vitelotte non germoglia neanche in terra finchè non è primavera.

Oggi è venuto da me un amico, gli ho regalato un po' di queste patate, mi ha promesso di assaggiarle, ma aveva uno sguardo poco convinto

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#20 19 Luglio 2010 - 23:07
Ciao Franca,

i tuberi-semi sono solo più piccoli, tieni presente che quelli in vendita dalle sementiere misurano dai 28 ai 32 mm. Le dimensioni consentono l'invio in busta, evitando la spesa di 9,10 euro del pacco postale.

Le zucchine da fiore possono essere sia verdi che striate, più frequentemente sono verdi striate.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#21 20 Luglio 2010 - 22:51
Allora Angelo vanno bene i tuberi da seme, grazie.
Ti chiedevo del colore delle zucchine perché in "Condivisione dei semi"scrivi che sono verdi;quelle nate dai semi che mi hai mandato sono striate, ottime, ma i fiori sono normali, anzi, più piccoli di quelli che nascono da altre zucchine che ho nell'orto, può dipendere dal terreno o altro?Ciao, Franca

utente anonimo
#22 21 Luglio 2010 - 20:46
Ciao Franca,
ti spedisco le vitelotte, il tempo di mettere in busta e partono di corsa!

Gli zucchini da fiore hanno frutti verde-striato o verde, ti ho mandato i semi dello striato in quanto hanno uno sviluppo vegetativo più contenuto, ti mando i semi di quello verde, così puoi testare anche questa varietà.

Anche io sto avendo problemi nell'orto, è decisamente un'annata molto stramba... Se i 40° di temperatura sono normali, non lo sono periodi di caldo torrido ad Aprile e periodi di temperature notturne a +7 gradi a fine Maggio-inizio Giugno, quando tutte le piante sono in pieno sviluppo!

Escludo che i fiori di piccola dimensione possano essere causati dal terreno, visto che la pianta ti ha prodotto zucchini "normali", dimostrazione evidente che le piante stanno bene! Di sicuro dipende dalla fioritura particolare dello zucchino, a seconda delle temperature sono favoriti i fiori di un sesso o l'altro. Qui è ben esposto, leggi il paragrafo sui fiori:

http://www.parco3a.org/pdf/Manuali/MCPP_Zucchino.pdf


Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#23 10 Settembre 2010 - 13:36
Confermo quanto già detto in altra sede virtuale: niente patate, nemmeno con la torre. Nè normali nè vitelotte. L'anno prossimo tutti pomodori
Copio e incollo.
Saluti
Claudia

utente anonimo
#24 11 Settembre 2010 - 06:39
Ciao Claudia,

mi spiace che le patate non ti abbiano dato soddisfazione, di solito è una coltivazione "facile" ed appagante, è evidente che qualcosa (o più di una cosa...) non va. Per scoprire cosa non funziona occorre riprovare e riprovare... senza scoraggiarsi!

Ciao Franca,

non preoccuparti, tieni per te le patate, ne ho in buona quantità per accontentare altri Amici.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#25 12 Settembre 2010 - 15:25
per pura coincidenza ho ricevuto ben quattordici specie di patate oguna con il suo nome ma tutte viola -con la stessa fortuna ho trovato un fazzoletto di terra e con grande amore aiutata da una attenta amica sono state seminate- la crescita è stata seguita con molta attenzione tanto da sentirle come le nostre piccole creturine crescono- il raccolto è statoabbastanza soddisfacente ma il pezzo di terra non ci sarà piu e sono alla ricerca di eventuali genitori o eventuali proposte-laure da udine

utente anonimo
#26 12 Settembre 2010 - 20:40
Se non ho letto male, sei in cerca di qualcuno che adotti le tue patate, giusto? Credo che si faranno avanti in parecchi ma, in caso contrario, sono pronto a prenderle io. Contattami.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#27 13 Settembre 2010 - 07:11

Cara Laura, se fosti in zona potrei mettere io a disposizione per voi un po' di spazio nel mio terreno, ho coltivato con successo la Vitelotte.

In ogni caso posso provare a coltivare qualche varietà delle vostre, anche solo per mettere poi a disposizione di altri le patatine da seme. Credo che siano come la Vitelotte, dove basta una patatina grossa come una nocciola per produrre quattro o cinque patate di un etto più numerose piccole da seme.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#28 13 Settembre 2010 - 08:49

ciao Laura, sono disponibile all'adozione di qualche patata. Se vuoi puoi mandarmi una mail per gli accordi.
Utente: honey75 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. honey75
#29 13 Settembre 2010 - 13:02
Anche tu, Angelo, dici di riprovare? Da noi le patate non sono mai venute benissimo, nemmeno ai tempi dei nonni. Qualcosa solo un paio di anni fa, quando avevano fatto delle piante altissime. Forse allora avrebbe giovato una coltivazione in verticale.
Mi hanno convinta a provare la coltivazione nel fieno, avevo già provato ma con aghi di pino.
Ho provato a cercare la patata turchina di cui mi aveva parlato una anziana signora bergamasca ma non ne sono rimaste tracce, a quanto pare.
C'è da dire che sono zone difficili da lavorare, che danno scarse soddisfazioni, quindi la gente è molto restia a condividere il poco che ricava.
Claudia

utente anonimo
#30 14 Settembre 2010 - 23:04
Insisti, Claudia, insisti...

Mi spiace molto che la patata turchina sia andata perduta, potresti provare con tuberi-seme di varietà di "montagna", adatte al tuo clima ed al periodo corto di coltura o ad una varietà jolly come la Desirée.

Anche la mancata riuscita del finocchio mi lascia molto perplesso...

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#31 16 Settembre 2010 - 12:23



Ciao Angelo, sono contentissima di aver ricevuto le tanto desiderate patate viola. Le seminerò a marzo come mi hai consigliato e incrocio le dita... ti farò sapere.

Per ringraziarti ti manderò un po' di aglio della mia zona che da poco ha ricevuto la dop: aglio di voghiera.

Grazie ancora e a presto.

Alessandra


utente anonimo
#32 17 Settembre 2010 - 22:34
Ciao Alessandra,

ti ringrazio per l'aglio, ricordo che è molto saporito!

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#33 31 Ottobre 2010 - 12:51
Ciao!
mi chiamo erika e cercando la patata viola mi sono inbattuta nel tuo blog.
vorrei trovare dei semi x regalarli a natale a mio nonno, appassionato di orto e di..fiorentina!!!

puoi aiutarmi?
la mia mail è
erikaboniniCHIOCCIOLAliberoPUNTOit

Grazie!

utente anonimo
#34 31 Ottobre 2010 - 21:35
Ciao Erika,

complimenti per il nonno dalle invidiabili passioni! Sono sicuro che la "fiorentina" sia quella di chianina e non la squadra di calcio...

Nessun problema a mandarti le vitelotte, ti ho scritto alla tua mai per l'indirizzo.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#35 04 Dicembre 2010 - 18:01
non ho trovato nessun problema per la coltivazione.
Abbiamo provato a fare il purè ma la pasta è molto soda, troppo.
Ho sfasciato lo schiacciapatate che non ha retto la mia stretta sotto la resistenza delle patate; allora le abbiamo passate al frullatore e, praticamente è venuta fuori quasi una granella.
La cottura in acqua è stata molto prolungata.
Avete riscontrato problemi simili ? Potrebbe dipendere dal terreno di coltivazione ?
Utente: honey75 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. honey75
#36 04 Dicembre 2010 - 20:23
Io questa estate le mettevo, lessate e tagliate a rondelle, nelle insalate mista, ho fatto il purèe qualche volta ma non ho avuto problemi. La buccia è spessa, ma si pelano bene da lesse, certo il colore è un po' inquietante, sembra quello di certi porcini quando li tagli, quelli che tutti dicono essere velenosi ma non lo sono...

Sicuramente è più farinosa delle solite varietà, ma si schiaccia anche con la forchetta. Non è che le hai bollite troppo? Il mio terreno è calcareo, non credo sia quello.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#37 04 Dicembre 2010 - 21:50
Non sarà una strana reazione?
Tipo vanno bollite partendo da acqua fredda o calda, oppure non ci va messo il sale..
Butto lì, perché il raccolto di Vitelotte è stato misero e tengo i tuberi per semenza, non li ho provati; e le patate "normali" le lesso al microonde.
Claudia

utente anonimo
#38 04 Dicembre 2010 - 22:08
Due ore di cottura??!! La vitelotte non scuoce, a differenza delle altre patate. Dopo averle lessate e sbucciate, puoi prepararle come preferisci. Oltre che in puré uso molto mangiarle in insalata, come cita anche Paolo, oppure così:




Affettate le patate lessate e sbucciate assieme ad abbondante cipolla dolce, qui è la Rossa di Acquaviva, condite con un pizzico di sale e olio extravergine.

Oppure fate appassire in pentola nell'olio la cipolla affettata, aggiungete le patate facendo cuocere pochi minuti.




Anche la cipolla diventerà blu...




Una vera bontà da provare!

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#39 04 Dicembre 2010 - 22:24
....

Ho saltato la prima foto:




Le patate vanno immerse in acqua fredda e portata ad ebollizione, senza salare.

Il terreno di coltura è ininfluente.

Quale problema invece potrebbe venire da un repentino abbassamento della temperatura coi tuberi in fase di maturazione.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#40 12 Dicembre 2010 - 16:31
Ciao Angelo,
cercando la patata viola su internet mi sono imbattuta in questo blog e visto che questa patate dalle fantastiche qualità no la sitrova in vendita, la vorrei coltivare per me nel mio grande giardino.

Potrei, pagando, averne qualche tubero per semina?

Grazie

Alessandra

alexascab@hotmail.com

utente anonimo
#41 26 Dicembre 2010 - 17:18
In questo momento sono in francia ed ho trovato al mercato una bancarella con solo patate ed ho comperato (per mangiare) alcuni esemplari viola. Una volta a casa dopo aver cucinato e mangiato le suddette ho cominciato la ricerca nella rete per sapere qualcosa di più di questo meraviglioso piatto 'scuro'. Ed ho incontrato Voi.
Mi avete riempito di curiosità. per cui vi chiedo di esaudirne alcune.
Sulla bancarella del mercato nel cesto delle 'viola' ce n'erano di due qualità.
Una liscia e grossetta di forma simile alla Roseval ed un'altra di più piccole e bitorzolute, medesimo colore. Secondo voi possono essere la stessa qualità di patata o due diverse? Altro. Non avendo mai coltivato patate nel mio orto (colline moreniche al nord italia) vi chiedo: se compero alla bancarella le patate viola posso usarle come sementi o devo necessariamente trovare tuberi-semi? Per intanto basta così Non avete idea quante cose vorrei chiedervi (in particolare a Paolo ed Angelo)! Ciao e grazie Piero

utente anonimo
#42 26 Dicembre 2010 - 20:35
essendo patate inusuali e per limitate produzioni molto probabilmente non saranno state trattate con antigermoglianti, al massimo con qualche ritardante.
Per mia esperienza, germogliano anche le comuni patate industriali che trovi dal fruttivendolo.
Secondo me puoi tranquillamente seminarle.
Utente: honey75 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. honey75
#43 26 Dicembre 2010 - 23:01
Sono d'accordo con Nerio, puoi tentare la semina delle patate che stai acquistando, specie se le prendi da qualche mercatino e non dalla grande distribuzione. In Francia la vitelotte è di casa, molto coltivata e la si trova facilmente.

Posso dirti che sia la vitelotte che la Blue Congo possono avere la forma dei tuberi tonda-allungata ed allungata e pezzatura molto difforme.

La patata viola (più esattemente è chiamata "nera") non è una sola varietà, qui puoi vederne molte:

http://www.ginsterfarm.ch/Pflanzen/Kartoffeln/Kartoffeln.htm

A presto
Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#44 27 Dicembre 2010 - 18:27
certo che non ci si immaginerebbe tanta varietà di patate blu! ho riconosciuto nell'elenco del link la blu di svezia, coltivata da mio padre quest'anno, buona ma niente di che, di polpa non particolarmente fine. molto più buona era invece una patata blu del trentino, altopiano di asiago, non ricordo il nome, che di fuori era identica all'altra, non si poteva riconoscere l'una dall'altra, ma la cui polpa era bianca e di sapore molto fine.
Utente: ottonee Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. ottonee
#45 27 Dicembre 2010 - 22:13
Visto il bel raccolto di Vitelotte le sto usando in tutti i modi e sono veramente buone, solo più piccole delle altre ma si pelano bene una volta lesse.

Unico difetto: tingono di blu... ho avanzato dell'arrosto e l'ho messo via assieme le patate del contorno, quando l'ho preso per riscaldalo l'arrosto era... maculato

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#46 16 Gennaio 2011 - 14:46
Help Angelo!Le vitelotte (non tutte) hanno germogliato, le ho tenute in un sacchetto di carta per via della luce, forse la temperatura della stanza poco fredda? Che mi consigli? GRAZIE, Franca

utente anonimo
#47 16 Gennaio 2011 - 21:35
Ciao Franca,
non preoccuparti, è abbastanza "normale" il germogliamento delle patate in questo periodo. Credo che, al buio della busta, siano venuti germogli lunghi e filiformi, devi semplicemente eliminarli. L'operazione di staccare i germogli puoi farla un paio di volte, se i tuberi diventano mollicci al tatto, effetto di disidratazione, è anch'esso fenomeno normale. Ti raccomando invece, circa un mese prima del previsto interramento delle patate, di esporre le patate alla luce, in modo da avere germogli tozzi e di grosso diametro.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#48 02 Febbraio 2011 - 18:30
Sono interessato alla coltivazione della patata viola per uso personale. Non so dove trovare i tuberi da seme. Ho un'azienda olivicola nel Molise. Puoi darmi qualche indicazione?
Grazie
Luigi Sollazzo
questa la mia mail
feudo@tiscali.it

utente anonimo
#49 06 Marzo 2011 - 16:31
Ciao, io ho fatto ieri la semina delle vitelotte he mi ha mandato Angelo.
Visto clima e tipo di terreno non propriamente eccezionali, ho deciso di tentare con la coltivazione sotto cartoni e paglia come in agricoltura sinergica. dopo una preparazione minima del terreno (ammorbidimento, incorporamento del compost, livellamento) ho coperto la mia gombina (così si chiamano qui da noi i bancali per la semina) con i cartoni forati; in ciascun foro un tubero seme, appena ricoperto di terra, poi uno strato di 15-20 m di paglia, e via. Vediamo se nasce qualcosa. Un suggerimento forse sciocco: per evitare che le cose vadano male e di perdere del tutto una varietà, io conservo uno-due tuberi seme e me li pianto in vaso sul balcone. Non si riesce ad ottenere molto, ma un piccolo numero di futuri tuberi-seme per l'anno successivo è assicurato. Per le vitelotte quest'anno provvederò anche a fare l'impollinazione incrociata con le patate portate dal Cadore, per vedere cosa viene fuori. ciao!
Utente: Andrea.Mangoni Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. Andrea.Mangoni
#50 06 Marzo 2011 - 18:45
vorrrei trovare una 20 di kg di patata vitelotte da semina ,nelle mia zona nonriescoa trovarle,chi mi puòaiutare mi può conttare tramite mail a andrearossi@tele tu.it mi piacerebbe provarle....grazie per ora

utente anonimo
#51 06 Marzo 2011 - 22:20
Qui da me c'è stato il Diluvio Universale, per interrare le patate dovrò attendere, sperando che non nevichi! Ho provato anni fa la coltivazione nella paglia, i risultati furono deludenti... Col cartone andrà anche peggio, temo che muffe e bestiacce ti daranno filo da torcere!
Ma è bene che tu provi, io sprono sempre a "provare"!

Buon lavoro!


@AndreaRossi
Venti chili di vitelotte da seme sono un'enormità se dici di voler provare la varietà! Comunque contatto chi potrebbe esaudire la tua richiesta e ti faccio sapere.

Ciao a tutti
Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#52 06 Marzo 2011 - 22:59
Caro Angelo, ognuno ha i suoi problemi, tu sei diventato Noè con l'Arca, io mi sono trovato la serra scoperchiata del telo di polietilene che avevo messo sopra i vetri, una bufera di vento a 130 km.

Due giorni in cima alla scala, con avvitatore e adesivi vari, ora è ... quasi... tutto a posto. Per fortuna c'è il sole e poco vento, minima di 8° e patate già piantate i giorni scorsi, ho anche dovuto bagnare.

Caro Andrea, a parte l'uso di cartone e paglia, ma quali vantaggi dovrebbe dare (non solo a topi e lumache) il tuo sistema?

Mi ha appena scritto un amico francese che vuole provare un sistema complicato di pacciamatura a strati che ha letto in rete. Però ne coltiva metà alla vecchia maniera, cioè in terra...

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#53 06 Marzo 2011 - 23:25
ciao ragazzi,
sì, sono un po' scettico anch'io, ma in fondo non rischio TUTTI i tuberi-seme e qualcosina lo tengo per scorta per non perdere le varietà...

I potenziali vantaggi: tempi di preparazione del terreno ridotti all'osso, maggior umidità e freschezza del terreno, protezione anche dagli eccessivi caldi, se poi le patate crescono anche tra cartone e paglia dovrei trovarle quasi pulite... poi, se va male ho "sprecato" 9 tuberi-seme, mezza balla di paglia, qualche cartone della pizza e un'ora di lavoro... direi che il rischio è accettabile !

Insomma, il tentativo si fa! Tra qualche mese vi racconterò com'è andata! Ciao e grazie ancora!
Utente: Andrea.Mangoni Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. Andrea.Mangoni
#54 07 Marzo 2011 - 13:22
salve andrea,
visto che abitiamo entrambi in veneto, sai cosa dicevano i vecchi dalle mie parti? "non sta aver pressa de semenar, col caldo nasse tut " Franca

utente anonimo
#55 07 Marzo 2011 - 15:00
l'altro giorno sono passato al garden dietro casa e ho visto che le avevano. Per lo meno c 'era scritto varietà: vitellotte provenienza: abruzzo e era un sacco di tubero-semi. Non le ho prese perchè ne ho ancora qualcosa di quelle di angelo e non ho chiesto perchè era pieno e avevo molta fretta. Secondo voi sono le stesse? A occhio sembravano un po' diverse da quelle che ho, meno bitorzolute, ma il colore fuori era lo stesso.

Tommy
Utente: Tommypg Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. Tommypg
#56 07 Marzo 2011 - 23:02
Ciao Tommy,
quindi ora abbiamo la Vitelotte made in Abruzzo! Non mi stupisce visto la grande richiesta di queste varietà, so che viene coltivata e venduta in più regioni italiane. E ciò mi fa piacere...

Per rispondere al tuo quesito devo annoiarti con qualche parola in più, chiedo scusa a chi legge!

Coltivo la Vitelotte noir dal 1998, i tuberi li comprai dalla Francia al prezzo equivalente in lire di 10.000 (diecimila) al kg, il fornitore mi specificò che lì era chiamata in molti modi, vitelotte, patata nera, negresse.E qui abbiamo il bandolo della matassa, perchè non si tratta di una sola varietà dai molti nomi. Fino al 2002 so che la vitelotte era venduta per corrispondenza dalla ditta Peraga, la confezione da tre chili veniva venduta a 29.000 lire. All'epoca questa ditta aveva in esclusiva anche i semi di Terre de semences, dopo qualche anno diventerà Kokopelli France.

La "vera" Vitelotte dovrebbe essere quindi questa:
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/vitelottenoire.htm

mentre questa dovrebbe essere la negresse
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/negresse.htm

Da notare la provenienza è la stessa zona della Francia e sono varietà "tradizionali"... A mio parere, le patate vengono coltivate assieme badando poco alle differenze, caratteristiche e gusto sono uguali. Altri esempi giusto per aumentare la confusione....

Una patata tradizionale spagnola:
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/papanegra.htm

Dalla Svizzera:
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/blaueschweden.htm
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/blaueemmensteg.htm
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/bluvaltellina.htm.html

Ultimo dilemma, la Congo blu qual'é, tra queste?
http://www.quarantina.it/patatedalmondo/blucongo.htm




Io ho coltivato entrambe, su Google trovo anche:
http://www.gondrano.it/agric/murab05/arcopa.htm

Che rompicapo le patate blu...

Se abitate vicino o siete in zona, per il 19 Marzo, potreste andare a vedere e magari comprare qualcosa:

http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=0&tabid=580&ItemID=1055&palias=it

Se vi avanza qualche tubero, pensate a me...

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#57 19 Marzo 2011 - 17:02
ciao, missione compiuta, tornato ora dalla manifestazione di Pro specie rara , interrotta dal primo temprale dell'anno sfociato in grandine.

il bottino: patata blu di svezia. patata roseval, patata bianca del lotschental , e anche tre patatine ine ine di blu di san gallo (mi son dovuto limitare ma le varietà disponibii erano davvero molte).

qualche bustina di sementi biodinamiche tra cui: carota gialla di Doubs, e una certa hirshchhornsalat che dovrebbe essere insalata corna di cervo....coltivata dal XVI sec. e mais rosso del ticino.

ed ancora grazie alla distribuzione gratuita di semi: sedano a coste nero d'umbria, pastinaca tender and true, bietola da coste Selma di Ginevra, carota Gniss Savoia a buccia Blu viola e infine pisello Blauschokker.....bella giornata

grazie della bella iniziativa agli amici svizzeri!

Utente: rob. Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. rob.
#58 19 Marzo 2011 - 21:33
Bravo Rob, coltiva che il prossimo anno avrai varietà interessanti da scambiare.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#59 19 Marzo 2011 - 23:09
con quelle di Angelo quest'anno avrò 3 patate blu, che si faranno compagnia con i piselli blu e le carote blu viola.......
Utente: rob. Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. rob.
#60 20 Marzo 2011 - 08:35

ho sbagliato a ascrivere, la carota blu viola è la Gneiss di Savosa non di Savoia.
Utente: rob. Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. rob.
#61 21 Marzo 2011 - 20:28
Ciao a tutti.
Il sedano a coste nere sarà quasi sicuramente il sedano nero di trevi (o affine), un ecotipo di sedano coltivato su poco più di un fazzoletto di terra a Trevi, tra Foligno e Spoleto, da pochi agricoltori (si contano su una mano). Tuttavia si sta cercando di tutelarlo, è presidio slow food e si sta cercando di ridiffonderlo.

Tommy
Utente: Tommypg Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. Tommypg
#62 23 Marzo 2011 - 21:11
ciao Angelo
mi chiamo Matteo e sono appassionato di orti e varieta di piante rare. Volevo chiederti : puoi spedirmi delle vitelotte ?(te le pago)
volevo anche chiederti se hai mai sentito di varieta viola italiane perche mio nonno ne ha qualche vago ricordo
matteomichielin85@alice

utente anonimo
#63 24 Marzo 2011 - 20:44
Ciao Matteo,
posso mandarti un pò di tuberi-seme di vitelotte, ripeto ancora una volta che qui non si vende nulla ma si scambia! Purtroppo non sono capace di approfittare, né sufficientemente venale ma, in fondo, qualche centinaio di euro non cambiano la vita... Mandami il tuo indirizzo alla mia mail, la trovi al post di CONDIVISIONE DEI SEMI.

Qui finalmente posso interrare le patate e seminare, gli orti mi chiamano

Ciao a tutti
Angelo

Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#64 24 Marzo 2011 - 20:55
Di patate viola "italiane" conosco due varietà, la viola della Sila con buccia color melanzana e polpa bianca

http://www.atlanteparchi.it/parco.nazionale.sila/legumi.html

La Turchesa coltivata nel Gran Sasso

http://www.parks.it/prodotti.tipici/dettaglio_prodotto.php?id_prodotti=2503
cliccate sulle immagine per ingrandire

Attenzione, col nome di turchesa è venduta anche questa patata con polpa scura, molto simile alla Negresse, forse è quella che Tommy ha trovato in vendita all'Agraria.

http://www.freshplaza.it/news_detail.asp?id=10545


Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#65 24 Marzo 2011 - 23:11
io ho sentito di una blu trentina e di una blu dell'altipiano di asiago.

ciao

rob.

utente anonimo
#66 31 Marzo 2011 - 16:09
angelo ti è arrivato il mio messagio riguardo le vitelotte?spero di si.le vorrei tanto nel mio orto sono molto particolari
Utente: lukkino90 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. lukkino90
#67 02 Aprile 2011 - 17:46
ciao a tutti
non ho parole. . . ANGELO SEI UN GRANDE!! sabato sono arrivate le patate e sono felice come una Pasqua !
Purtroppo a casa mia la passione per l'orto l'habbiamo solo io e mio nonno mentre i miei lo valutano secondo l'utilita e ragionando che la conserva costa meno comprarla al supermercato quest' anno volevano tenere due "gombine" di patate mercenarie , buttare via il resto e tirare una landa desolata di prato inglese (tanto valeva fare un parcheggio . Ma con l'esotismo delle VITELOTTE e altre piante rare per quest' anno li ho convinti a un anno di proroga.
Ora ho un dubbio le patate viola possono stare vicino a qelle mercenarie o si ibridano?
puoi consigliarmi anche qualche pianta pluriennale ?

grazie mille
Matteo

utente anonimo
#68 02 Aprile 2011 - 21:19
Buonasera....sono una delle tante persone che si sono imbattute alla disperata ricerca delle patate viola...e sono approdata qua....sig Angelo non e' che mi potresti spedire anche a me qualche tubero...di questa meraviglia e bonta??..ho giusto un angolino nel mio orto che aspetta solo loro la mia mail e' brun.michela@gmail.com

utente anonimo
#69 02 Aprile 2011 - 23:38
Ciao Matteo,
mi fa piacere che le patate ti siano arrivate sane e salve! Già interrate?

Meno male che il nonno ti abbia passato la passione per l'orto, scavalcando una generazione! Puoi zittire i genitori chiedendo loro se il sapore degli ortaggi che coltivi nell'orto sia lo stesso di quelli del supermercato... Non fiateranno!

Stai tranquillo, non c'è nessuna possibilità di ibridazione tra le patate presenti nello stesso orto.

Per pianta pluriennale intendi ortaggi "perenni"?

Buonasera Michela,
Anche se la prestigiosa Accademia della Crusca ha scritto che in internet non è giusto farlo, potremo usare il "tu"...

Proprio domani contavo di ultimare l'interramento delle Vitelotte ma continuano ad arrivarmi richieste, ne terrò da parte una buona quantità.
Direi che quell'angolino sarà presto occupato


Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#70 03 Aprile 2011 - 12:17
ciao Angelo
le patate non le ho ancora piantate. Sto aspettando la luna nuova,per mio nonno Deli farlo adesso sarebbe un'eresia e per non turbare la concordia familiare non discuto.. . anche se mi preoccupa il fatto che sono piccole e perdono umidita velocemente.
Mi chiedo :ce una verità di fondo o e una superstizione medievale ? bah mandero una mail a mistero !
Per piante pluriennale intendo cose come gli asparagi che non devi ripiantare ogni anno

Matteo

utente anonimo
#71 03 Aprile 2011 - 14:20
ciao ancora Angelo
leggendo i messaggi sopra ho visto che ROB ha il pisello blu e vorrei chiedergli se ne ha qualcuno in piu.
Se non leggesse questo messaggio non tu riesci a mettermi in contatto con lui?
Matteo

utente anonimo
#72 05 Aprile 2011 - 22:17
Ciao Matteo,

non so se Roberto ti abbia contattato, al limite gli segnalo la tua richiesta. Tieni comunque presente che magari dispone di semi appena sufficienti ad iniziare la coltivazione nel suo orto ed intenda metterli a scambio in seguito, come facciamo tutti.

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#73 06 Aprile 2011 - 08:09
Infatti, purtroppo ho esattamente solo una decina di semi scarsi, erano a distribuzione gratuita e non volevo essere troppo avido con le quantità (anche perchè ho preso un pò di tutto ) . Ho deciso di rimandare a dopo l'estate la coltivazione perchè ora è troppo tardi per seminare piselli, già troppo caldo non voglio rischiare.
Se riusciranno te ne invio volentieri.

In alternativa posso consigliarti, se vuoi , di contattare Prospecie rara che conserva la varietà ed ha anche altre varietà di piselli blu:

http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=8&tabid=996&palias=it

il 30 di aprile ci sarà una mostra mercato delle piantine da orto:

http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=2&tabid=634&ItemID=783&mid=924&palias=it

come resistere? 70mq di orto non bastano più!

Utente: rob. Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. rob.
#74 07 Aprile 2011 - 13:39
Sono spuntate le prime vitelotte!!!! Le avevo piantate il 25 marzo, dopo tanta pioggia come consiglia Paolo. Qui fa caldo, anche troppo visto che siamo in aprile, speriamo bene. Franca

utente anonimo
#75 07 Aprile 2011 - 17:07
anche da me sono spuntate La ratte e Vitelotte.
Utente: rob. Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. rob.
#76 30 Aprile 2011 - 17:19
Oggi sono riuscito ad andare al mercatino delle piante da orto di pro specie rara , tenterò di riprodurre le sementi di queste verietà, spero che le lattughe e le coste montino a seme non contemporaneamente con quelle che ho già.....:

Lattuga coda di trota: Lactuca sativa var. longifolia
Varietà già conosciuta nel 1861 quale «Rotsprenkeliger Forellensalat». Lattuga verde chiaro con testa compatta e foglie allungate dal disegno rosso-marrone. Adatta per semina precoce direttamente nell'orto.

http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=8&tabid=996&palias=itt

Coste rosse feurio: Beta vulgaris subsp. cicla var. flavescens.
Varietà molto decorativa con i lunghi fusti di un rosso intenso e fogliame di colore verde-marrone. Si consuma come le coste verdi.http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=8&tabid=996&palias=it

pomodoro dentato buhrer - keel : Lycopersicon esculentum:
Pomodoro carnoso, poco acquoso, con numerose camere e pochi semi. Produttivo. Ideale per salse o pomodori ripieni, ma anche in insalata per le sue fette ornamentali a forma di fiore.

http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=8&tabid=996&palias=it
lattuga cappuccio Batavia Laibacher Eis:Lactuca sativa var. capitata
Batavia tradizionale dell’Austria dalla quale si sono selezionate le lattuche di ghiaccio. Precoce. Teste un po’ rosse, compatte, raccolta primaverile ed estiva, monta difficilmente in fiore. Sensibile all’oidio, ma è una delle migliori varietà nei campi.
http://www.prospecierara.ch/Generator.aspx?tabindex=8&tabid=996&palias=it
Utente: rob. Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. rob.
#77 20 Maggio 2011 - 12:46
vorrei sapere come acquistare le patate violette ......grazie questo e il mio recapito.....3408249738

utente anonimo
#78 31 Maggio 2011 - 12:59
Un saluto ad Angelo dal quale avevo ricevuto le patate viola quest'inverno e anche a Paolo, aggiorno la situazione della coltivazione nel fieno, le patate sono spuntate, e aggiungo informazione utile a tutti, avevo acquistato in negozio un sacchetto delle viola senza consumarle tutte e ai primi caldi sono germogliate le ho piantate ora le piante sono alte una ventina di cm. Massimo

utente anonimo
#79 25 Luglio 2011 - 12:24
sono interessato alla coltivazione(nel mio piccolo orto 1000 mq.) della patata viola.Spero di potere avere da parte Vs.la fornitura neccessaria.
cordiali saluti,G. Agostini
Via Madonna 20/3 35020 Terrassa Padovana (PD)
tel.049-9500631 --3394116223

utente anonimo
#80 27 Luglio 2011 - 16:14
Ciao a tutti, sono interessata anch'io alla coltivazione della papata vitelotta nel mio orto per mio uso. Potreste aiutarmi nel reperire qualche esemplare?
Grazie mille!
Antonella

antonella.narcisi@narcisiva.it

utente anonimo
#81 27 Luglio 2011 - 22:35
L'annata 2011 è stata molto favorevole, per tutte le varietà patate sane, grosse e...tante! Di Vitelotte, poco più di un quintale




Giusto per sfatare alcuni luoghi comuni, le vitelotte che vedete pesano da quasi due etti (quella in primo piano,180 gr) all'etto e mezzo! E sono gli stessi tuberi che risemino da quasi 20 anni, con buona pace di chi afferma che le patate, prima o poi, degenerano...




Qui invece vediamo una pianta-tipo con relativo raccolto, il mio dito indica la patata-seme, pesante pochi grammi. Anche l'accusa di scarsa produttività va a farsi benedire!

Ho tuberi-semi in abbondanza, posso accontentare le richieste ma rimanderei l'invio a Settembre, per la semina c'è tempo!

Angelo

Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#82 28 Luglio 2011 - 10:30
Le mie vitelotte non hanno prodotto così, solo tuberi da seme, non le ho raccolte tutte perché spero si ingrossino ma forse non sarà così. Comunque non dispero, il prossimo anno le cambierò di posto e vedremo.
Franca

utente anonimo
#83 29 Luglio 2011 - 20:58
A me lo scorso anno sono venute molto belle, erano in un terreno fertile, quest'anno invece sono proprio piccole, non sono neanche fiorite. Però dove erano lo scorso anno sono rinate dai piccoli tuberi rimasti e sono piante molto vigorose.

Evidentemente vogliono un terreno con abbondanza di humus e non siccitoso.

Paolo
Utente: caprettetibetane Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. caprettetibetane
#84 29 Luglio 2011 - 22:57
La vitelotte viene molto bene nel terreno ricco di humus, altrimenti la pezzatura ne risente parecchio, come testimoniano Franca e Paolo. Ma vi garantisco che, se le riseminate in terreno più fertile, avrete vitelotte da un'etto e mezzo! Io non innaffio mai le patate ma confermo che un terreno povero e troppo secco va evitato, le vitelotte fanno tuberini mignon, le altre varietà di patate neanche quelle!

Angelo

Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#85 30 Luglio 2011 - 22:39
Ciao Angelo sono molto interessata a qualche seme di patata vitelotte e anche di melanzana rossa. ti lascio la mi e-mail mi faccia sapere come possiamo fare per averle! grazie anticipatamente!
Utente: NadAna Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. NadAna
#86 31 Luglio 2011 - 10:36
ciao angelo,ho visto le foto ed il tuo risultato ottenuto con le patate vitolete,complimenti e spero di riuscirci anchio la prossima stagione,raccolgo semi di vrietà diverse(pomodori in particolare).Teniamoci in contatto,cordiali saluti G.Agostini

utente anonimo
#87 31 Luglio 2011 - 21:48
@NadAna

Hai dimenticato di lasciare la tua e-mail! Contattami al mio indirizzo:
angelop_2009chiocciolalibero.it Ovviamente sostituisci chiocciola con @

Giorgio, stai tranquillo, coltiverai anche tu la vitelotte!

Angelo

Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#88 02 Agosto 2011 - 18:18
ciao a tutti
QUALCUNO HA VISTO "TERRA MADRE "? lo hanno fatto su rai 5 la settimana scorsa, almeno ve lo segnalavo prima...

cambiamo discorso, tra poco cavo anche le mie VITELOTTE in realtà qualcuna di quelle scoperte l ho gia mangiata E sembrano piccoline, comunque veremo...
MA e possibile selezionare le patate da ripiantare in modo da aumentare un po la taglia ?
utente anonimo
#89 02 Agosto 2011 - 23:33
Ciao Matteo,
i migliori tuberi-seme sono quelli di 35 mm. Nella foto più su puoi vedere, indicato dal mio dito, il tubero di vitelotte che ha prodotto 10 patate. Ricorda che interrare una patata piccola darà vita ad una pianta con pochi steli e tuberi grossi mentre mettere in terra una patata grossa avrà come risultato un grosso cespuglio, gli steli competeranno tra loro ed il risultato sarà tanti piccoli tuberi....(Lo si fa di proposito per avere tuberi-seme in quantità).

Per un buon raccolto di patate il "segreto" è curare il terreno!

Angelo

Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#90 09 Agosto 2011 - 14:11
Vitelotte... Salve Angelo, Sono Marco.. Mi sto dedicando da due anni a seguire mio nonno ed il suo orto..vorrei non si perdesse..Avrei piacere di far qualche cosa di diverso ed ho visto che sei veramente una fucina inesauribile di consigli ed incoraggiamenti. Sei encomiabile. Se fosse possibile, compatibilmente con i tuoi impegni, mi potessi aiutare con le patate sementi dell vitelotte/negresse? Zuma02@gmail.com Grazie tante! Ho visto che nel blog ci sono anche degli appassionati che hanno il sedano nero ed i piselli blu!! Sono colture difficili da applicare?

utente anonimo
#91 09 Agosto 2011 - 20:28
Ciao Marco,
faccio quel che posso... Fai bene ad affiancare tuo nonno, magari si conserva anche i semi ogni anno, giusto?

Stai tranquillo, ti mando le vitelotte a fine Agosto, in questo periodo non sto inviando nulla. Ti mando una mail.

Angelo

Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#92 22 Agosto 2011 - 08:32
buongiorno... ma quanto costano queste patate ?

utente anonimo
#93 23 Agosto 2011 - 00:36
Come più volte ripetuto, qui non si vende nulla, chi può scambia con quello che ha. Chi non può scambiare e si accontenta di 10-12 tuberi-seme se la cava con 1,50 max 2 euro di francobollo più una trentina di centesimi per una busta imbottita. Per le patate, nulla da pagare,offro io!

Angelo
Utente: angelopas Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. angelopas
#94 01 Settembre 2011 - 18:57
volevo comprare un po' di tuberi per piantare qs patate viola che sembrano essere benefiche... Ho piantato un sacchetto comprato in un supermercato e le ho piantate e sono venute non tantissime ma forse un po' tante piccole...
Attendo un riscontro barbarafrigerio@aol.com

Grazie

BARBARA

utente anonimo
#95 14 Settembre 2011 - 16:51
Ciao Angelo, vorrei chiederti se per favore riusciresti a mandarmi un qualche tubero delle Vitellotte perchè vorrei seminarle nel mio orto. Ti ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Ti lascio la mail per il contatto. Grazie
lucas-63@libero.it

utente anonimo
#96 14 Settembre 2011 - 22:09
ciao Angelo,
questo blog è semplicemente fantastico. Ho un piccolo orto e mi piace coltivare prodotti "strani" (se mi passi il termine!!!). Mi piacerebbe chiederti tutto quello che inserisci nei post ma ... sigh sigh ... penso sia impossibile!!!
Comunque mi interessava tantissimo la Patata Vitelotte. Se puoi contattarmi, la mia mail è cristian772@libero.it
Grazie e a presto
Cristian

utente anonimo
#97 14 Settembre 2011 - 22:20
ciao Angelo
mi aggiungo alla numerosa lista di coloro che vorrebbero
provare a coltivare le Vitelotte.
Se è possibile desidererei avere qualche tubero,
ringrazio comunque anticipatamente.
Lascio la mail per un eventuale contatto
maxbena@libero.it
Massimo

utente anonimo
#98 20 Settembre 2011 - 13:10
Ciao sono giuseppe, vorrei aggiungermi per avere qualche tubero di patata blu, magari anche qualche seme di carota viola ....ti lascio la mia mail geppeafrica@hotmail.com

mi basterebbe sapere anche se esiste qualche sito dove acquistarle in modo da non creare troppo disturbo.

grazie

utente anonimo
#99 21 Settembre 2011 - 18:29
ciao, complimenti per tutte le spiegazioni e consigli sulle patate vitelotte,come altri vorrei farti richiesta semenza patate da coltivare in VALLE D AOSTA naturalmente in primavera.ringraziandoti anticipatamente ti lascio mio indirizzo email rogerprami@libero.it

utente anonimo
#100 21 Settembre 2011 - 21:38
ciao Angelo
...a vedere (anche se solo in foto) tutte queste varietà, particolari e anche antiche, mi sento come una bambina in un negozio di giocattoli. Peccato che abbiamo noi un terreno troppo duro per i tuberi!
Quando riusciremo a migliorare la terra te le chiederò sicuramente.
ciao Pat

Quando ci si potrà registrare al blog? è sempre tutto bloccato!

utente anonimo


- - -

Ecco infine, un'altro articolo che tratta bene su questa patata, dall'ottimo blog di
Oryctes:

http://oryctesblog.blogspot.com/2011/08/orto-antico-la-patata-vitelotte.html

- -

lunedì 15 agosto 2011

Orto antico - La patata Vitelotte

Patate Vitelotte. Foto Andrea Mangoni.
Avevo fatto tanti bei progetti e programmi, quest'anno, sulle cose da piantare e da fare; purtroppo la Vita ha disposto diversamente e sono riuscito a ripettare solo pochi degli scopi che mi era riproposto di perseguire... pazienza! Le piantine di melone e zucca marina sono state distrutte dal maltempo e dagli animali, e molte varietà non sono proprio riuscito a seminarle. Almeno un ortaggio però mi ha dato qualche soddisfazione: le patate.

Avevo infatti piantato in un metro quadro di terreno una serie di tuberi-seme di due varietà. La prima era una bella patata grossa, a buccia rossa, che avevo trovato in Cadore; l'altra era una meravigliosa varietà francese antica, gentilmente donatami da Angelo Passalacqua de Gli Amici dell'Orto: si tratta della patata viola o Vitelotte.

Patata Vitelotte. Foto Andrea Mangoni.
La Vitelotte è un'antica varietà francese (pare la apprezzasse molto Alexandre Dumas), derivante direttamente dalle patate selvatiche coltivate in Perù. La forma è allungata, raramente ovoidale. La caratteristica principale che la rende speciale agli occhi dei più è lo straordinario colore: la buccia nero bluastra racchiude una polpa intensamente colorata di viola, tendenzialmente farinosa. Questo colore così peculiare, che a noi può sembrare un'autentica stranezza, non è raro nelle varietà locali sudamericane di patata. Deriva dalla presenza nella polpa dei tuberi e nella buccia della pianta di antiossidanti ed antociani, sostanze che rallentano l'invecchiamento e che è stato dimostrato avere buone proprietà preventive nei confronti di alcuni tipi di cancro. La presenza di antociani si spinge anche alle foglie: nel mio appezzamento, infatti, non era difficile capire quali piante fossero di Vitelotte e quali di patata cadorina, perché le prime avevano foglie che tendevano ad avere sfumature bluastre o violacee. I fiori sono azzurro-violetti, raramente bianchi.

Ho il forte sospetto che la presenza di antociani nel fogliame renda queste patate meno appetibili alla ben nota dorifora della patata (Leptinotarsa decemlineata): nel mio orto, infatti, erano presenti tre varietà di patate, le mie due e quelle di mio padre, acquistate al consorzio agrario. La dorifora ha devastato le patate cadorine, ha banchettato bene su quelle dell'agraria, ma almeno inizialmente ha snobbato le Vtelotte. Quando poi le ha intaccate, lo ha fatto in maniera assai poco invasiva. Forse il sapore non è di suo gusto? Pare che inoltre la Vitelotte sia pure resistente alle più comuni malattie.

Insomma: appariscente, buona e resistente a malattie e parassiti: troppo bella per esser vera? In un certo qual senso, sì. La Vitelotte ha infatti qualche difetto che ne limita la diffusione. La pezzatura è purtroppo abbastanza piccola, e la resa produttiva è bassa. Sono partito da pochi tuberi-seme di piccole dimensioni, ed ho ottenuto una resa di poche decine di patate, tutte abbastanza piccole. La più lunga, quella in foto sopra, raggiungeva circa i 12 cm. Avevo cercato in verità di incrociarla con la patata cadorina, per vedere se riuscivo in un paio di generazioni ad ottenere esemplari a polpa viola ma dimensioni più cospicue e maggiore resa... Fatta l'impollinazione artificiale, iniziavanoi a crescere le bacche... ma la tempesta ed i lavori per l'ampiamento del pollaio hanno distrutto la parte aerea delle piante che stavano andando a seme. Sarà per il prossimo anno.

La Vitelotte si presta, vista la natura farinosa della polpa, ad essere utilizzata nella preparazione di gnocchi e purè dal colore davvero eccezionale; può essere usata per fare anche delle patate fritte, di ottimo sapore seppur la resa cromatica e l'aspetto non siano il massimo. Comunque sia, in Francia vengono commercializzate proprio le chips di Vitelotte...

Non è una varietà facile da trovare in commercio: almeno in Italia, si può ottenere soprattutto tramite scambi con appassionati. Io purtroppo ho avuto una resa piuttosto bassa, ma qualche tubero seme lo posso cedere più che volentieri a chi interessato. Potete scrivermi a info@oryctes.com.

Link di approfondimento:

Vitelotte fritte. Foto Andrea Mangoni.


2 commenti:

Francesco ha detto...

ciao complimenti per il blog, ti volevo chiedere se la patata viola e quella mericana hanno tempi di semina simili a quella normale. Inoltre volevo sapere se per seminarle tu le tagli in 2 parti e aspetti la cicatrizzazione. Grazie mille


Andrea ha detto...

Ciao Francesco, grazie mille!
la vitelotte è una patata come le altre, e segue lo stesso calendario di semina e raccolta; la patata americana si pianta in aprile-maggio e si raccoglie in tarda estate-autunno.
io quest'anno avevo da seminare minituberi di un paio di cm di diametro, ma si può partire da patate normali tagliate a metà e lasciate ad asciugare un paio di giorni, ho fatto spesso anch'io così. ciao!


Aggiornamento, 13-04-2012:
http://www.ortoveneto.it/index.php?pagename=ConsumatoriNews&categoryId=9&docId=623

ortogiornale

Patata blu, delizia da Alta cucina,
curiosa e ricca di antiossidanti



Mirco Migotto, giovane chef Trevigiano, ristorante “Al Migò”, fa della patata blu una delle sue belle sorprese per gli ospiti di riguardo e per le grandi occasioni. E' una curiosità che stupisce e che si fa ricordare per il gusto originale e diverso. Molto forte. La patata blu è una varietà storica proveniente dalle Ande peruviane. E' definita una varietà primordiale e semiselvatica: un esempio di prodotto “biodiverso” che l'Alta cucina sta riscoprendo. Si caratterizza per il colore blu viola della buccia e della polpa. Della stessa tipologia sono le vitelotte francesi (si trovano in particolare nella zona della Piccardia) e le blu di San Gallo, coltivate nel cantone svizzero dei Grigioni, e di una zona del Trentino attorno a Margone (Valle dei Laghi). La patata blu, che fa parte della specie Solanum tuberosum, non va confusa con la “patata nera” o con la “patata violetta”, la cui polpa è gialla. Sul nero o sul violetto esse hanno solo la superficie. Nel Trevigiano viene prodotta da Aurelio Codello, azienda di Moriago della Battaglia, un orticoltore che ama sperimentare coltivazioni originali, antiche e inconsuete. “E' una patata - egli sottolinea - che mi ha sempre incuriosito. Sono stato felicissimo quando un amico francese, di Lione, me ne ha portato alcuni tuberi da seme. Li ho piantati e hanno dato ottime patate. Non si seminano per la resa o per reddito: sono patate che rendono poco e sono piuttosto piccole. In compenso però sono originali, diverse, ricchissime di antiossidanti.




Sono sfiziose. Resistono alle malattie e alla siccità. Hanno un gusto molto forte, per cui non sempre sono apprezzate e accettate”. “Sono comunque un prodotto interessante e che merita attenzione, è il commento di Sergio Tronchin, di OPO Veneto, organizzazione di produttori con sede centrale a Zero Branco (Treviso), che ha cominciato a trattare la patata blu e a commercializzarla: destinazione la grande ristorazione. In cucina è molto versatile: la si può presentare in tutte le versioni, lessa, fritta, al forno. Ma è il purè della patata blu che si presta a combinazioni o abbinamenti di grande effetto cromatico. Ne esibisce una splendida prova Valerio Chiarion del ristorante “Agli amici di Arquà Polesine” (Rovigo): un rotolo di baccalà arrostito, che rispecchia una ricetta ereditata dalla bisnonna, al quale viene appoggiato il purè blu. Un felice esempio di tradizione e di novità. Renato Maggiolo, gastronomo, OPO Veneto: “Una squisitezza, un piatto emozionante per gusto, per sapore, per colore, per bontà e soprattutto per leggerezza”. Piatto forte di Mirco Migotto è la crema di patate blu con musetto (cotechino), sgombro scottato e nuvola di cren (rafano). Il piatto si distingue per la varietà e la brillantezza dei colori, molto saporito, sorprendente. Sa tanto di tradizione, eppure si presenta molto creativo e fantasioso. Naturale e piacevolissimo. “E' un piatto, commenta lo chef, simpatico e gustoso, che richiama i nostri gusti più genuini. Per questo è accolto sempre molto bene”.

Angelo Squizzato


Simpatica interpretazione della patata blu come antipasto



Crema di patata blu con musetto (cotechino), sgombro e

nuvola di cren (rafano): un piatto elegante e piacevole proposto
dallo chef Mirco Migotto, ristorante "Al Migò"
di Treviso




New pubblicabile citando: www.ortoveneto.it



Aggiornamento
, 18-03-2012:

Vendita di Tuberi, di patate Vitellotte

Ringrazio l'anonimo che ha risposto nei commenti, sotto, a chi cerca questi tuberi da semina :-) !

Posto, qui, quello che ha scritto. - betulla

Anonimo ha detto...

Salve a tutti; ho letto che molti sono interessati ai tuberi della vitelotte. Io dispongo di alcuni tuberi ed

ho inserito un'Asta su e-Bay, al seguente link:


http://www.ebay.it/itm/140723213515?ssPageName=STRK:MESELX:IT&_trksid=p3984.m1555.l2649


oppure, contattatemi al seguente indirizzo: zalinna@libero.it



Altri Link:

http://www.gransassolagapark.it/dettaglio_prodotto.php?id_prodotti=2503
http://www.corriere.it/cronache/08_gennaio_30/patatine_blu_svizzera_5f9ed0ee-cf08-11dc-8e3f-0003ba99c667.shtml


Immagini
di Ortaggi blu, violetta.
https://picasaweb.google.com/betullablu/OrtaggiBluViola


- - - - - - - - -

Stampa in PDF


.


13 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno,complimenti per quello che state facendo!!!mi aggiungo alla numerosa lista di coloro che vorrebbero
provare a coltivare le Vitelotte.
Se è possibile desidererei avere qualche tubero...
ringrazio anticipatamente.
Lascio la mail 83-barbara@libero.it

Mikele ha detto...

Salve a tutti, i complimenti sono d'obbligo per tutto quello che riportato in questa formidabile pagina..Ho cercato svariate volte un rivenditore di patate viola ma aimè senza successo, vorrei tanto piantarle nel mio orto, è possibile avere qualche tubero?? vi riporto la mail:

righi.michele@libero.it
vi ringrazio di cuore

Michele

Anonimo ha detto...

Alla ricerca nel web delle famose patate in questione, sono capitato su questo blog. E' ancora possibile riuscire ad avere qualche tubero? Vi lascio la mia mail: lucamaisani@libero.it
Grazie!

Anonimo ha detto...

salve a tutti ho letto che molti sono interessati ai tuberi della vitelotte. io dispongo di alcuni tuberi ed ho inserito un asta su ebay al seguente link:
http://www.ebay.it/itm/140723213515?ssPageName=STRK:MESELX:IT&_trksid=p3984.m1555.l2649
o contattatemi al seguente indirizzo: zalinna@libero.it

BF ha detto...

VORREI DEI TUBERI DI PATATA BLU DA PIANTARE NEL MIO TERRENO , OLTRE CHE SU EBAY POSSO ACQUISTARLE ALTROVE ? GRAZIE BARBARA
barbara.frigerio@virgilio.it

doppio foxtrot ha detto...

Salve, ho letto che diversi sono riusciti a recuperare alcuni tuberi di patate vitelotte. Non vorrei sembrare inopportuno, ma è possible ricevere alcuni tuberi per poter iniziare la coltivazione nel mio orto domestico? Alcuni anni fa mio padre era riuscito a procurarsene una decina e malgrado a scarsa produzione, mi hanno dato soddisfazione. Ho provato a fare anche gli gnocchi, mescolando la polpa con altre patate gialle. Di effetto ed eccezionali. Ora volevo provare a metterne via un po' sott'olio, ma non ne trovo in commercio.
Potete aiutarmi?
Grazie
Franco.fantinato@gmail.com

Anonimo ha detto...

Buonasera Angelo,

ho scoperto le proprieta antiossidanti della patata vitelotta dal nutrizionista che segue mio marito per la sua anemia.
Purtroppo non riesco a reperirla. Potrei acquistarla presso di Lei?
Avrei anche la possibilità di coltivarla!
La ringrazio anticipatamente e Le lascio il mio indirizzo se gentilmente volesse rispondermi. Grazie maria

mariaparenti@libero.it

Tsugumi ha detto...

salve vorrei iniziare a coltivar enel mio orticello solo per consumo personale le patate vitelotte e le carote blu, bianche e gialle. potrebeb aiutarmi? veronica.pappalardo73@gmail.com

Anonimo ha detto...

salve, tempo fa ho visto un documentario sulla papata nera molto incuriosita ne ho parlato a mio figlio che fa il cuoco all'estero, anche lui incuriosito mi ha chiesto di portargli qualche tubero se lo trovo. Vado a trovarlo a fine mese. Potrebbe aiutarmi ad accontentarlo? grazie mille!!!
dina.mar@libero.it

Anonimo ha detto...

buongiorno,da parecchi anni coltivo la vitelotte,prendo i tuberi dalla Baumaux,i risultati sono sempre stati mediocri,scarsa resa, pezzatura piccola,ma di un bellissimo colore. Da circa 2 anni le riproduco con i miei tuberi,la produzione e' costante ma il colore non e' lo stesso, l'interno e' chiaro.Vorrei sapere il perche', non essendo una patata selezionata, dovrei riuscire a riprodurla con le stesse caratteristiche.Se gentilmente mi potrebbe dare una risposta.La ringrazio infinitamente

Anonimo ha detto...

Ciao Angelo, ho visto in tv la patata blu e il passo da cercare in internet è breve cosi di conseguenza mi sono imbattuto su questo blog che ho trovato molto ineressante. Pensi che dove abito io e cioè in Sardegna questa patata possa crescere? C'è la possibilità di spedirmi dei tuberi da seme? questa è la mia email per farmi sapere le condizioni nel caso ci sia la possibilità; i.flore@yahoo.it. ti ringrazio tantissimo. Iram Mario

Anonimo ha detto...

ciao Angelo, per caso ho trovato questa pagina e ho appurato che possiedi le mie tanto agognate patate blu. ne potrei avere qualcuna da piantare nel mio orto visto che dalle mie parti n se ne trovano? grazie luxinthesky@me.com

lucia lombardi ha detto...

ciao angelo è un po che cerco questa varietà di patate ma tra i miei amici temo di essere l'unica che ne conosca l'esistenza. posso chiederti se per te sarebbe possibile mandarmene qualcuna da piantare nel mio orto? luxinthesky@me.com

Posta un commento